Recensione Film: The Martian – sopravvissuto


The-MartianFilm del 2015
Diretto da Ridley Scott
Genere: fantascienza, drammatico
Durata: 141 minuti
Con:
Matt Damon: Mark Watney
Jessica Chastain: Melissa Lewis
Kristen Wiig: Annie Montrose
Jeff Daniels: Teddy Sanders
Michael Peña: Rick Martinez
Kate Mara: Beth Johanssen
Sean Bean: Mitch Henderson

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Allo scatenarsi di una violenta tempesta di sabbia su Marte, nella zona di Acidalia Planitia, l’equipaggio dell’Ares 3 è costretto ad abbandonare la base e ripartire per tornare sulla Terra, ma l’astronauta Mark Watney rimane separato dalla squadra e viene dato per morto. Rimasto solo, con poche risorse e senza avere modo di contattare la NASA per comunicare che è sopravvissuto, Watney dovrà ricorrere al proprio ingegno, spirito e volontà per sopravvivere, pur sapendo che non vi è alcuna prospettiva realistica per una missione di salvataggio nel breve periodo.

Commento: Ribadisco la mia adorazione cinefila per Matt Damon (senza dimenticarci che il regista del film è un tal Ridley Scott) che anche qui conferma la propria bravura di attore. La trama è semplice e in sostanza tutto il film regge per l’accuratezza nei dettagli fisici/astronomici e scenografici di Marte e dello spazio in generale nonché sulle sorti del protagonista. Pur essendo un film che tratta di un naufragio spaziale e quindi di sopravvivenza morale, fisica e spirituale non tratteggia tutto in maniera eccessivamente drammatica ma, anzi, c’è “spazio” pure per qualche piccolo sketch quasi comico. E’ un film piacevole e mai noioso che rientra nel filone fantascienza ma forse sarebbe meglio definirlo di “scienza” visto che non ci sono i canoni tipici della fantascienza o del fantastico (alieni, laser e teletrasporto vari). Affascinante.

Voto: 8 Non solo per chi adora Fonzie e le patate :)

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film: Ant-Man


antmanFilm del 2015
Diretto da Peyton Reed
Genere: supereroi, azione, fantascienza
Durata: 117 minuti
Con:
Paul Rudd: Scott Lang / Ant-Man
Evangeline Lilly: Hope Van Dyne
Corey Stoll: Darren Cross / Calabrone
Michael Douglas: Hank Pym

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Nel 1989 lo scienziato Hank Pym si dimette dallo S.H.I.E.L.D. dopo aver scoperto che l’agenzia ha tentato di replicare la sua formula per il restringimento, le Particelle Pym. Hank crede che la sua tecnologia sia pericolosa e giura di tenerla segreta. Nel presente, diversi mesi dopo gli eventi di Sokovia, Pym è stato costretto a lasciare la propria azienda da sua figlia, Hope van Dyne, e dal suo ex pupillo, Darren Cross. Quest’ultimo è vicino a perfezionare una tuta di contrazione di sua creazione, chiamata il Calabrone, che intende usare per scopi militari.

Intanto Scott Lang, ex-ingegnere elettronico, viene scarcerato dalla prigione ed è intenzionato a cominciare una nuova vita. Lang fa una visita a sorpresa a sua figlia Cassie, ma l’ex-moglie Maggie e il suo nuovo marito Jim Paxton, un poliziotto, lo rimproverano per non essere mai stato vicino alla figlia e lo cacciano. Incapace di tenersi un lavoro a causa della sua fedina penale, Lang accetta di unirsi alla banda del suo migliore amico Luis, per commettere un furto a casa di un vecchio ricco. Lang, grazie alle sue abili doti, irrompe in casa e apre la cassaforte, ma all’interno trova solo una strana tuta, che porta a casa…

Commento: Come per “Guardiani della Galassia” ero un po’ scettico: formiche… un personaggio Marvel “minore” rispetto agli Avengers o Spiderman. Ed invece il film, molto ironico e venato di una sottile linea comica è davvero avvincente e piacevole. La trama è lineare, nessun colpo di scena e per fortuna anche il classico mega-scontro finale è piuttosto contenuto e “particolare” visto gli oggetti e gli animali coinvolti. Anche il protagonista, Paul Rudd, è perfetto per il ruolo di anti-eroe un po’ borderline e si integra perfettamente nel ruolo. Belli tutti gli effetti speciali (personalmente quello che preferisco è il Michael Douglas ringiovanito…pazzesco). Bella e conturbante Evangeline Lilly, non vedo l’ora di vederla con la tutina aderente di… (non ve lo dico!).
In sostanza un film fumetto davvero divertente grazie anche ai personaggi di contorno. Nel finale doppia scena nei titoli di coda ma, non rivelo nulla.

Voto: 7.5 Occhio ai formicai…

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film: Mission Impossible – Rogue nation


MissionImpossible5Film del 2015
Diretto da Christopher McQuarrie
Genere: azione, spionaggio, thriller
Durata: 131 Minuti
Con:
Tom Cruise: Ethan Hunt
Jeremy Renner: William Brandt
Simon Pegg: Benji Dunn
Rebecca Ferguson: Ilsa Faust
Ving Rhames: Luther Stickell
Alec Baldwin: Alan Hunley
Sean Harris: Solomon Lane

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Dopo aver intercettato una vendita di gas nervino a dei terroristi, l’agente dell’Impossible Mission Force (IMF) Ethan Hunt si pone come obiettivo di provare l’esistenza del Sindacato, un’attività criminale internazionale fino ad allora ignota alla Central Intelligence Agency (CIA). Ethan Hunt viene catturato dal Sindacato, ma…

Commento:Tom Cruise è d’acciaio! Ora: come attore non l’ho mai amato molto perché a mio avviso è piuttosto “pietrificato” nelle espressioni e molto esagerato nelle gestualità ma, nel ruolo del super-agente Hunt è davvero bravo e soprattutto molto preparato atleticamente (se è tutta farina del suo sacco come sbandierato dalla produzione). Comunque, Cruise a parte (bravo e credibile nel ruolo), è il film a reggere ancora dopo 5 episodi. Perfetta anche Rebecca Ferguson / Ilsa Faust contraltare britannico di Ethan. Personalmente ho trovato il film molto spettacolare e divertente, il finale un po’ poco soddisfacente alle aspettative e l’intreccio ben realizzato. Le location sono sempre magnifiche come gli stunts, la storia ha il fascino esotico delle migliori spy-stories e tutti i magnifici ammennicoli del kit dell’Agente Segreto sono la chicca finale a questo bel film. In sostanza un ottimo film da sgranocchio (pop-corn) e coca-cola.

Voto: 8 Ma il check-in no?

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film: Predestination


predestinationFilm del 2014
Diretto da Michael e Peter Spierig
Genere: azione, fantascienza, thriller
Durata: 97 minuti
Con:
Ethan Hawke: barista
Sarah Snook: Jane / John
Noah Taylor: sig. Robertson
Trama parzialmente tratta da Wikipedia: Un agente temporale governativo utilizza i viaggi nel tempo per dare la caccia a un misterioso terrorista battezzato dalla stampa “Fizzle Bomber”, responsabile di numerose stragi, e che nel 1975 ucciderà migliaia di civili newyorkesi in un gigantesco attentato.

Cercando di sventare uno di questi attentati, l’agente rimane sfigurato da un’esplosione e gli viene impiantata una nuova faccia. Nel corso di una nuova missione assegnatagli, l’agente lavora sotto copertura in un bar dove incontra John, un giovane uomo che si guadagna da vivere scrivendo nella rubrica delle “confessioni intime” per un giornale femminile. John afferma di avere una storia incredibile da raccontargli…

Commento: Adoro i film sui viaggi del tempo e questo ne rappresenta bene i paradossi. Il film è molto particolare ed i paradossi non sono solo quelli temporali… E’ zeppo di colpi di scena ed ad un certo punto ho capito (pur non avendo letto il racconto) da dove è stato tratto, dal racconto breve di R.A.Heinlein “Tutti voi zombie”. Qualche tempo fa, cercando racconti e film sui viaggi del tempo mi ero imbattuto nella timeline degli avvenimenti di questo racconto e mi ero detto che l’autore aveva davvero creato un paradosso pazzesco rispetto ai protagonisti della storia (non rivelo nulla altrimenti vi rovino la sorpresa). Il film è molto fedele al racconto (a parte l’escamotage di Fizzle Bomber) e, ribadisco, molto molto particolare. Bravissimi i due protagonisti, soprattutto Sarah Snook. Un film da vedere, davvero molto interessante.

Voto: 8 Se io, se tu…

Recensione Film: Terminator Genisys


terminator-genisysFilm del 2015
Diretto da Alan Taylor
Genere: azione, fantascienza
Durata: 126 minuti
Con:
Arnold Schwarzenegger: Guardiano
Jason Clarke: John Connor
Emilia Clarke: Sarah Connor
Jai Courtney: Kyle Reese
J. K. Simmons: O’Brien

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Il mondo è andato incontro ad un’apocalisse nucleare causata dal network Skynet il 29 agosto 1997. Grazie all’abilità e le conoscenze di John Connor, capo della resistenza umana, nel 2029 i sopravvissuti riescono a capovolgere le sorti del conflitto contro le macchine. Ormai prossimo alla sconfitta, Skynet invia un Terminator T-800 indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor, madre di John, ed impedire che dia alla luce il futuro leader della resistenza. Gli umani raggiungono l’hangar della macchina del tempo e Kyle Reese viene inviato da John nel passato al fine di proteggere sua madre dal T-800…

Commento: Dopo Terminator Salvation pensavo che nulla si potesse aggiungere al mondo dei Terminator. E invece ecco un nuovo restart della saga con ritorno al futuro e Schwarzy incorporati.
Ci sono mille perché e va bene, non è sicuramente il migliore dei film della saga robotica…però è un film che diverte e vedere Arnold pensionato che ancora si fa valere ha un suo senso (nostalgico), forse. Ci sono fatti inspiegabili e il colpo di scena (prevedibile) nei titoli di coda ma devo dire che per divertirsi questo è un film ad hoc. In sostanza è almeno punteggiato qua e là di un po’ di humour…

Voto: 7 Ah ecco come fare l’upgrade a T-1000

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film: Red 2


Red2Film del 2013
Diretto da Dean Parisot
Genere: azione, commedia
Durata: 116 minuti
Con:
Bruce Willis: Frank Moses
John Malkovich: Marvin Boggs
Mary-Louise Parker: Sarah Ross
Catherine Zeta-Jones: Katja Petrokova
Helen Mirren: Victoria Winslow
Anthony Hopkins: Edward Bailey

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : La famiglia Moses, formata da Frank e Sarah, sta cercando di condurre una vita normale, ma un giorno il vecchio amico Marvin viene ucciso.
Poco dopo si scopre che in realtà non è morto, anzi, si trovano in tre ad affrontare la CIA che gli sta dando la caccia, accusati di aver partecipato ad una vecchia operazione denominata “nottefonda”. L’unica persona a conoscenza di questa operazione diviene quindi ricercata da tutti.

Commento: La forza del film sta nella simpatia dei personaggi. La storia, va beh, nulla di che. Oltretutto molti dubbi su come si possa espatriare un carcerato di massima sicurezza dal Regno Unito alla Russia senza problemi… In sostanza un film d’azione comica in cui Bruce Willis e John Malkovich la fanno da padroni. Divertente ma manca quel qualcosa che ha contraddistinto il primo capitolo del gruppo. Insomma…

Voto: 6.5 Chi non muore si rivede

si puo vedere distrattamente - 6

Recensione Film: San Andreas


San-andreasFilm del 2015
Diretto da Brad Peyton
Genere: azione, drammatico, thriller, catastrofico
Durata: 114 minuti
Con:
Dwayne Johnson: Ray Gaines
Carla Gugino: Emma Gaines
Alexandra Daddario: Blake Gaines
Paul Giamatti: Dr. Lawrence Hayes
Ioan Gruffudd: Daniel Riddick
Hugo Johnstone-Burt: Ben Taylor
Art Parkinson: Oliver “Ollie” Taylor

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Ray Gaines è un soccorritore dei vigili del fuoco di Los Angeles separato dalla moglie Emma e con una figlia che deve andare a Seattle. Nel frattempo un sismologo del Caltech, Lawrence Hayes, e il suo collega nonché amico e allievo Kim Park scoprono uno sciame sismico nei pressi della Diga di Hoover, e ipotizzano che nelle vicinanze di quest’ultima ci possa essere una faglia rimasta completamente sconosciuta. Così i due si dirigono sul posto per testare un macchinario di loro invenzione che può prevedere i terremoti con largo anticipo rilevando dei picchi magnetici prima di questi ultimi. Mentre fanno le loro rilevazioni, Kim nota un grande picco magnetico che pochi secondi dopo viene seguito da un forte terremoto di magnitudo 7.1 della Scala Richter, che demolisce la diga. Ray a Los Angeles viene immediatamente avvisato della cosa e si prepara per le operazioni di soccorso. Intanto sua figlia Blake si muove verso San Francisco con il nuovo compagno della madre, Daniel Riddick, un ricco imprenditore edile, che è intento a costruire un grande grattacielo nel centro della città.

Commento: Da questo film mi aspetto scene spettacolari e basta. E così è. La storia ricalca tutte quelle del genere (vedi “2012”, “L’alba del giorno dopo”): mega evento catastrofico, qualche parente da salvare, buoni sentimenti, l’eroe di turno. Tutto qui. In questo senso ovviamente il film non delude pur essendoci alcuni punti in cui ti chiedi “Perché?” ma a parte questo il film diverte ed è ben fatto. Attori perfetti nel ruolo. In sostanza un godibile pop-corn e coca-cola movie

Voto: 7.5 Meglio abitare in campagna

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film Classici: “C’era una volta in America”


americaFilm del 1984
Diretto da Sergio Leone
Genere: gangster, drammatico
Durata: 220 min (versione italiana del 1984)
Con:
Robert De Niro: David “Noodles” Aaronson
James Woods: Maximilian “Max” Bercovicz
Elizabeth McGovern: Deborah Gelly
Jennifer Connelly: Deborah da ragazza

Trama parzialmente tratta da Wikipedia: Tratta dal romanzo di Harry Grey The Hoods del 1952, la pellicola narra, nell’arco di più di quarant’anni (dagli anni venti ai sessanta), le drammatiche vicissitudini del criminale David “Noodles” Aaronson e dei suoi amici nel loro progressivo passaggio dal ghetto ebraico all’ambiente della malavita organizzata nella New York del proibizionismo e del post-proibizionismo.

Commento: Questo è un film che tenevo nel cassetto da almeno dieci anni dicendomi che prima o poi l’avrei visto con calma. E’ un film lungo (3 ore e 40 minuti) nella versione voluta da Leone (non quella rimasterizzata né quella violentata dai produttori americani) e ciò mi ha sempre un poco spaventato. Poi ho deciso finalmente di vederlo in più giorni (ben 5!). Di solito non amo spezzare la visione di un film ma,in questo caso, approfittando del taglio del film a decenni e con flashbacks sono riuscito a gustarmelo con una certa continuità.
Anch’io ho “aspettato molto” …
Gli attori sono grandiosi (De Niro neanche da dire ovviamente), la ricostruzione storica bellissima, il plot affascinante, il taglio è quello di Leone, per cui scene allungate nei tempi (un suo marchio di fabbrica). Un film che oggi probabilmente nessuno riuscirebbe a realizzare in questo magnifico modo (e lo scrivo pur non essendo un estimatore di tutto il lavoro del regista).
La storia viene narrata in un andirivieni nel tempo (e nei ricordi nostalgici) della vita di Noodles: da ragazzino di strada dedito a furti e torti, fino al divenire gangster mafioso di prim’ordine e successivamente uno scomparso per non farsi uccidere dalla mafia stessa. Il finale del film, per chi non l’avesse visto non svelo nulla, è aperto ad interpretazioni: sia per il destino di Max (che fine fa?) che per il dubbio sull’effettivo svolgersi dei fatti ricordati da Noodles (la scena nell’oppieria cinese dà adito all’ipotesi che tutto sia frutto della droga o è solo una mia ipotesi?). D’altronde il titolo “C’era una volta…” mi fa pensare ad una (trucida) favola. Il protagonista è tutt’altro che “buono” e ne ha combinate di cotte e di crude (per non dire ignobili)… Ma il ricordo della sua vita è comunque struggente.
Nel film ritroviamo molti attori divenuti star (Woods, Jennifer Connelly, Joe Pesci), altri un po’ dimenticati (McGovern) e tanti caratteristi (Treat Williams, Danny Aiello, Burt Young).
In sostanza un bellissimo film sulla nostalgia, le amicizie, le scelte di vita. Che dire: un capolavoro.

Voto: 9 Hai aspettato molto? Tutta la vita

bellissimo - 8 e più

Recensione Film: Taken 3 – L’ora della verità


taken_3Film del 2015
Diretto da Olivier Megaton
Genere: azione, giallo, thriller
Durata: 109 minuti
Con:
Liam Neeson: Bryan Mills
Famke Janssen: Lenore
Maggie Grace: Kim Mills
Forest Whitaker: Franck Dotzler
Dougray Scott: Stuart John

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : L’ex-agente operativo Bryan Mills, dopo aver promesso di non lasciare più la sua famiglia, viene ingiustamente accusato di omicidio quando ***** viene trovata morta e sanguinante nel suo letto. Consumato dalla rabbia, Bryan è costretto a scappare dalla sua città in quanto l’FBI, la CIA e la polizia di Los Angeles gli danno la caccia, ma allo stesso tempo ha tutta l’intenzione di trovare gli assassini di ***** per dimostrare la sua innocenza e proteggere Kim, sua figlia.

Commento: Adoro Liam Neeson per cui il mio giudizio è molto parziale! Lui è al solito efficace nel ruolo (eccezionale è al solito Alessandro Rossi nel doppiaggio) come del resto tutto il cast. Il film è “discreto”. E’ avvincente nella prima parte, molto esagerato e fracassone, piuttosto banale nella seconda parte e nell’epilogo piuttosto scontato e prevedibile. Ciò nonostante è un film “divertente” soprattutto nel mostrare Bryan Mills prendersi gioco della Polizia. In sostanza un buon film pop-corn /coca-cola senza molte altre pretese.

Voto: 7 sbam! Bum! Auch!

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione Film: Avengers: Age of Ultron


UltronFilm del 2015
Diretto da Joss Whedon
Genere: azione, fantascienza, supereroi, avventura
Con:

Robert Downey Jr.: Tony Stark / Iron Man
Chris Hemsworth: Thor
Mark Ruffalo: Bruce Banner / Hulk
Chris Evans: Steve Rogers / Capitan America
Scarlett Johansson: Natasha Romanoff / Vedova Nera
Jeremy Renner: Clint Barton / Occhio di Falco
Don Cheadle: James Rhodes / War Machine
Aaron Taylor-Johnson: Pietro Maximoff / Quicksilver
Elizabeth Olsen: Wanda Maximoff / Scarlet
Paul Bettany: Visione
Cobie Smulders: Maria Hill
Anthony Mackie: Sam Wilson / Falcon
Hayley Atwell: Peggy Carter
Idris Elba: Heimdall
Stellan Skarsgård: Erik Selvig
James Spader: Ultron
Samuel L. Jackson: Nick Fury

Trama tratta da Wikipedia :A Sokovia, un paese dell’Europa orientale, i Vendicatori (Iron Man, Capitan America, Thor, Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco) attaccano una base dell’HYDRA comandata dal barone Wolfgang von Strucker, il quale sta effettuando degli esperimenti sugli esseri umani utilizzando lo scettro di Loki…

Commento: Begli attori, supereroi mitici, belle scenografie (vedi Forte di Bard in Val d’Aosta) e scene mozzafiato. Tutto perfetto? Quasi: carini gli intermezzi spiritosi e la quasi love-story tra Natasha e Bruce banner. A volte si vede lontano un miglio che c’è tantissima computer grafica e il risultato è artefatto (come ne “Lo hobbit” i salti, le corse a dorso di qualcosa sono “finte”, molto Playstation, intendo). Ciò non toglie che si aggiungono anche nuovi super-eroi (bellissimo l’inserimento di Visione che, al pari dell’Uomo ragno era il MIO super-eroe degli anni ’70). In generale quindi un bel sequel degli Avengers, molto fracassone e divertente anche se, al solito, troppo lunga la durata… e la porta è aperta ad un ulteriore sequel :)

Voto: 7.5 Sbam! Bum!

Ah però... 6.5 -7.5