Recensione film : “Spiderman 3”

Per questo terzo capitolo della saga dell’amato Uomo Ragno c’erano molte aspettative che  rimangono deluse.
Nulla da eccepire in quanto all’uso degli fx ma, ormai non basta questo a definire un film del genere “bello”. L’uso della computer grafica deve essere un mezzo e non il fine. Ci siamo abituati a qualsiasi esagerazione in termini di voli, salti, esplosioni e trasformazioni morphing che un sano effetto speciale fatto a mano ci stupirebbe!

Il film riparte da dove il secondo termina e cioè dal fidanzamento di Peter Parker con Mary Jane Watson. Subito però ci vengono presentati gli antagonisti dell’uomo “geco”. 🙂

Uno è il giovane Goblin alias il figlio del Goblin Verde, impazzito di rancore nel 2 perchè crede che Spiderman gli abbia ucciso il padre. Il secondo è un alieno nero e gommoso (liquerizia?) a nome Venom arrivato proprio (che coincidenza) a 20 metri dalla ” casta camporella” di Peter e MJW. Il terzo è Sandman (l’Uomo Sabbia): un evaso con il sospetto di essere il reale omicida dello zio Ben che viene sottoposto involontariamente a carica di particelle trasformandosi in enorme pupazzone di arenaria. (Scusate, ma mi ricorda troppo l’omino di marzapane di Shrek!)

Il film si snoda tra dissapori romantici (qui entra in gioco anche Bryce Dallas Howard la figlia di Ron nei panni di Gwen Stacy) e la simbiosi di Venom con Spiderman. L’alieno oltre ad aggiungere potenza al ragno ne esalta il lato oscuro e “figo”… Non so come ma, mi sembra un mix tra Tony Manero, Darth Vader e the Mask!
Interessante l’utilizzo di Topher Grace, indimenticata star di “The 70s show” – Eric Forman e visto pure in “Traffic” ed “In good company”, nell’alter-ego sia come fotografo freelance che come super-anti-roe mascherato di Peter Parker.

Ci sono trovate divertenti, ma oltre ad essere troppo lungo, non è convincente (soprattutto se paragonato all’1 e al 2). Non mi esalta perchè sembra che questa volta Sam Raimi sia indeciso se fare un film d’orrore, fantastico o comico e ne viene fuori un misto nè carne nè pesce.

Se il quarto capitolo, che si farà non ne dubito, dovesse seguire questa falsariga allora dovremo acconterci del bel ricordo dei primi due capitoli. Come in Shrek: “2” è il numero perfetto.

Voto: 6.5 (Spiderman è Spiderman!)
PS: Quante volte Spiderman appare senza maschera! Troppo!!! Dov’è il mistero?

Ciao, J

Annunci

Un commento su “Recensione film : “Spiderman 3”

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...