Recensione libri : “Non buttiamoci giù” di Nick Hornby

“A long way down” – titolo originale di “Non buttiamoci giù” pubblicato in Italia nel 2005. Due uomini e due donne si ritrovano sul tetto della “Casa dei Suicidi” a Londra decisi a farla finita. Il luogo ha il triste primato di gente che si butta di sotto…
Ognuno dei 4 ha le proprie motivazioni più o meno valide per l’estremo gesto. Li accomuna la scelta del posto per il tentativo di suicidio e la data: l’ultimo giorno dell’anno. Martin, Jess, Maureen e JJ s’incontrano nel momento in cui avevano deciso di lasciare questo mondo e proprio l’incontro è l’opportunità per tutti e quattro di tentare una seconda volta la via della vita.

La storia è raccontata in prima persona alternativamente dai quattro protagonisti ed è notevole il cambiamento di stile che rivela le personalità, le abitudini e l’età di ognuna delle voci narranti. Il libro è scorrevole e a tratti divertente. Non mancano idee e pensieri particolari, interessanti e scaturisce nel lettore un senso di comunione con molte delle riflessioni dei personaggi.

Purtoppo due sono i punti deboli del libro: manca (non completamente, of course) l’ironia di altri lavori di Horbny (su tutti “Alta fedeltà”) e il finale estremamente esplicativo nell’ultima frase (che non rivelo, don’t worry!) è un po’ troppo scarno ed inconcludente. Mi aspettavo qualcosa che non è mai arrivato, in sostanza.
I personaggi sono comunque, nella loro diversità, ben delineati.
Voto: 6,5
Ciao, J

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...