Ancora su Lost (perchè mi piace)

Innanzitutto per come è fatto: è praticamente un lunghissimo film con scene d’azione, mistero, storie complesse, un destino immodificabile (forse), personaggi incredibili. Ogni puntata è una perla.

Il pilot costato la bellezza di 12 milioni di dollari è sconvolgente quanto magnifico. E forse a causa del disastro aereo è per me inquietante e “attraente”. Intendo dire che, ovviamente non sono così morboso da adorare veder precipitare un aereo… è che io sogno spessissimo di aerei (militari e non) che mi precipitano a due passi e spesso con manovre che la fisica non può permettersi di considerare realistiche. A volte cadono di punta e rimbalzano oppure scendono a spirale ma lentameeeeeente… boh! 🙂 Comunque vedere una scena del genere in un serial mi ha colpito davvero molto: un sogno (o un incubo) diventato reale.

Tornando a LOST: la sigla. Per me è geniale.
Nero. La scritta “LOST” che entra in campo sfuocata ed in dissolvenza, avvicinandosi e ruotando, sgrana leggermente ed esce dallo schermo di nuovo fuori fuoco. Il suono potrebbe essere quello di aereo che ci passa lentamente vicino, o quello di un sommergibile (per la cupezza del tono). Alla fine c’è una specie di cigolio altalenante come la porta metallica di un bunker che si chiude… E’ di per sè un capolavoro di semplicità e domande le cui risposte rimangono (per ora) irrisolte.

Eccola qui :

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...