Recensione Film : “Mi fido di te”

http://italy.imdb.com/title/tt0982898/

Francesco (Franz) inizia la sua giornata in stile Mulino Bianco ma in realtà è tutta una messinscena per la moglie che lo accompagna al lavoro da manager presso una immobiliare: appena la moglie se ne va, Francesco smette il vestito giacca e cravatta e indossa la tuta da benzinaio. Al pomeriggio poi diviene “l’omino dell’acqua”, l’uomo che con l’apecar consegna bottiglie a domicilio. Francesco è infatti stato licenziato da più di un mese ma non sa come dirlo alla coniuge. Pur avendo laurea con conseguente master e 3 lingue nel suo curriculum, trovare un posto adeguato pare davvero difficile. Certo Franz è un comico e non è Michael Douglas e quindi non diventa un uomo frustrato al punto da compiere una strage come in “Una giornata di ordinaria follia” ma il senso di disperazione è più o meno lo stesso. 

Alessandro (Ale) è un piccolo truffatore che vorrebbe cambiare vita per un lavoro onesto e sposarsi con l’eterna fidanzata ma è succube degli strozzini ai quali deve ancora 500 euro (che continuano ad aumentare ad ogni ritardo). Il call center potrebbe essere il suo primo impiego ma la malavita non gli dà tregua, se prima non paga i debiti. 

Il caso fa incontrare i due e per la situazione di entrambi disperata, diventano soci in malaffare: l’unico limite è solo la fiducia che devono avere l’uno dell’altro. Inizia così una serie di piccole truffe che porta i due a ristabilire un ordine economico nelle rispettive famiglie. Fino a che…

Il film propone il problema del licenziamento, della difficoltà di trovare un impiego nonostante le capacità professionali dell’individuo mitigando l’atmosfera realistica grazie allo stile dei due protagonisti… E’ molto carina e divertente la prima parte del film in cui vediamo cosa architettano i due per sopravvivere. Brave anche le due protagoniste femminili, donne vere sullo sfondo di una Milano abbastanza degradante e “schiave” di una cultura dell’essere solo se si possiede (una bella casa, un tv al plasma) ma pronte al sacrificio quando necessario.
La pellicola è divertente e si fa vedere anche se a volte è facile intuire “ciò che sta per succedere”, soprattutto nel finale che ricorda in parte lo scherzo ad Abatantuono con la schedina in “Eccezziunale veramente”.

Un film divertente e scorrevole, purtroppo è l’intrico della trama che è un po’ deboluccio, gli americani penso ne farebbero un bel remake…

Voto: 6.5

Ciao, J

Annunci

3 commenti su “Recensione Film : “Mi fido di te”

  1. Secondo me è stato un film veramente profondo perchè dimostra che anche due persone che in apparenza non hanno nulla in comune possono stringere una fortissima amicizia che va oltre tutto. Personalmente la fine mi commuove ogni volta che lo vedo e poi adoro Ale e Franz in ogni versione comica o drammatica che sia.ALE E FRANZ SIETE FORMIDABILI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Ciao Alessandra

  2. devo dire che sono rimasta molto colpita da questo film. la pellicola di “mi fido di te” racchiude un po’ tutto quello che manca nel film che girano adesso nei vari cinema: l’amicizia maschile, il lato forte e deciso del carattere di ogni donna, il sacrificio, ma anche la denuncia: la DIFFICOLTA’ di trovare un lavoro nonostante l’esperienza, la FACILITA’ con cui si può rimanere truffati. poi secondo me questo film ricorda una delle cose più importanti: sorridere ogni giorno, almeno una volta. ancora complimenti ad alessandro e francesco per la loro comicità non banale. un saluto. Martina.

  3. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...