Recensione Film: “Cloverfield”

Film http://italy.imdb.com/title/tt1060277/ del 2008 con attori praticamente sconosciuti…

Questo è uno di quei film che dividono: o piace o fa schifo. Personalmente pur trovando molti difetti non posso dire che non sia avvincente per cui il mio giudizio finale è positivo.
Innanzitutto il film può non piacere per il modo in cui è girato e cioè come se fosse la ripresa di una videocamera digitale in soggettiva. Ciò significa che non ci sono panoramiche, carrellate ed il movimento è frenetico e un po’ da “mal di mare”. In questo ricorda vagamente “Blair Witch Project” ma direi che il parallelismo tra le due pellicole finisce qui.

Il film parte spiegandoci a schermo che quello che vedremo è un video di proprietà degli Stati Uniti memorizzato su Sd card recuperato da una videocamera ritrovata in un’area precedentemente nota come “Central Park”… uhm uhm…
 A questo punto vediamo quello che la card contiene e cioè il video: si inizia con la ripresa (appunto) da parte di Rob in data 27 Aprile sul panorama visto da un appartamento direttamente su Central Park ed una ragazza che dorme nel suo letto (Beth). Poi vediamo che decidono di andare al luna park di Coney Island e di colpo il video diventa datato 22 Maggio durante un party per l’addio a Rob che parte per il Giappone: in pratica il fratello non ha cambiato la card e sta sovra-registrando… (durante il prosieguo vedremo infatti piccoli spezzoni del video in data 27 Aprile).

Durante il party in cui Beth litiga e se ne va, nel video ripreso da Hud, un amico di Rob, scopriamo – tra l’altro – che Rob e Beth si erano lasciati. Ad un tratto sembra esserci una forte scossa di terremoto seguita da un black-out ma, appena saliti sul terrazzo i nostri vedono un’enorme esplosione che fa implodere un grattacielo…
Urla, fuga fino ad arrivare in strada e scoprire, con la testa della statua della libertà che piomba in mezzo alla strada, che una creatura gigantesca e mostruosa sta distruggendo Manhattan. Ed il peggio è che la creatura ospita parassiti simili a granchi-ragni-cane non propriamente amichevoli… Da qui inizia la fuga sempre ripresa da Hud verso il ponte di Brooklin’. Poi a Rob giunge una chiamata di Beth bloccata nel suo grattacielo semi-distrutto. Rob decide di tornare ad aiutarla insieme agli amici. Non dico di più sulla trama.

Il film è terrificante (nel senso di che spaventa davvero) per la relativa somiglianza con la distruzione delle Torri Gemelle (imposione, polvere, gente in giro come zombie, fogli di carta svolazzanti) ed è molto avvincente. Tiene sempre sul chi vive poichè la telecamera ha un solo punto di vista e quello che “non vediamo” è ovviamente molto più pauroso di quello che notiamo.
Ancor più terrificante è però il modo in cui la gente reagisce alla situazione: tutti con il cellulare a fotografare la testa della statua! (Ciò mi ricorda una vignetta in Ratman in cui all’invasione degli ufo tutti gli italiani scattano come pazzi fotografie…) 🙂
Il ritmo è frenetico, la visuale ridotta e comunque piuttosto realistica, gli effetti molto ben fatti e il mostro viene rivelato poco alla volta. Il punto di vista soggettivo accresce il senso di smarrimento (un po’ come in “La guerra dei mondi” ove non si capisce l’origine del male e cosa stia succedendo di preciso).
Certo ci sono dei “buchi”: una batteria della videocamera inesauribile, certe riprese sembrano professionali e credo che in alcuni momenti nessuno riprenderebbe ma penserebbe solo a scappare…

Il finale è particolare e osservate bene il frammento del luna-park con il mare…si vede da cosa è stato generato – forse – il mostro.

La storia (contenuto) è praticamente semplicissima ma il modo in cui viene rappresentata (forma) è davvero sorprendente ed eccezionale quindi se da un punto di vista puramente di soggetto la storia si merita un 5.5 dal lato sceneggiatura direi invece 9 (il 10 no per evidenti “buchi”).
Quindi in sostanza gli dò: 7
Ciao, J

Annunci

Un commento su “Recensione Film: “Cloverfield”

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...