Recensione Film : “Yes Man”

In questo film del 2008 diretto da Peyton Reed (“Abbasso l’amore”) troviamo il multiforme Jim Carrey nei panni di Carl Allen, un impiegato bancario che elargisce (praticamente mai) prestiti; un uomo rinunciatario verso tutto e tutti, divorziato, annoiato e amorfo.
Niente lo entusiasma, nessuno lo riesce a coinvolgere, nemmeno l’amico più caro…l’unico momento di “pace interiore” è poter vedere film in dvd nella solitudine del proprio salotto.
Tutto questo cambia quando incontra un vecchio amico che lo convince a partecipare ad un convegno di “Yes Man” ove un irriducibile Terence Stamp lo indottrina fino a stringere un “patto” in cui Carl dovrà rispondere sempre “si” ad ogni proposta.
Chiaramente il nostro passa dalla negazione di ogni cosa all’estremo opposto, con conseguenze ridicole, spassose ed anche inconsuete ma non per questo necessariamente negative, anzi.
Un esempio del rispondere “Si” in maniera incosciente? Cliccare sul “Si” di ogni mail di spam che trova nella sua mailbox…

In sostanza ritroviamo qui Jim Carrey nella sua forma migliore: riesce ad esprimere la malinconia come la follia (a lui ben congeniale) senza però gli eccessi morfologici e caricaturali di “Ace Ventura” o “Io, me ed Irene”.
Il succo della storia (rispondere affermativamente a tutto) – almeno nell’incipit – ricorda quello di “Bugiardo bugiardo” dove il figlio del protagonista esprime il desiderio di un padre che non possa mai mentire per 24 ore.
Questo “obbligo” a dire la verità sempre o – nel caso di “Yes Man” di dire sempre “si”  – anche a richieste assurde e/o sconvenienti è un divertente escamotage per innescare eventi a dir poco surreali.

Il film è molto piacevole, alcune scene fanno ridere sguaiatamente e solo una parte finale un po’ troppo happy end e meno incisiva rispetto la prima parte, rallentano un poco il ritmo del film facendo calare l’attenzione dello spettatore.
Resta comunque un buon film per una serata a pop-corn e coca-cola e Jim Carrey (che adoro, lo ammetto) è sempre bravo.
Nel film oltre al “nostro” anche la semi-sconosciuta Zooey Deschanel nei panni di Allison, Bradley Cooper è l’amico Peter, Terence Stamp è “l’imbonitore” Terrence e Rhys Darby è lo strampalto “capo” di Carl amante dei travestimenti ispirati ad “Harry Potter” e “300”.

Voto: 7 (Si, si mi è piaciuto 🙂 )

Ciao, J

Annunci

Un commento su “Recensione Film : “Yes Man”

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...