Recensione Film : Gli amici del Bar Margherita

Questo film “corale” del 2009 di Pupi Avati ci riporta nella Bologna del 1954.

Taddeo (Pierpaolo Zizzi) è un 18enne, agiato figlio della commerciante di calze interpretata da Katia Ricciarelli e nipote del  nonno Gianni Cavina, barbiere ormai in pensione che prende “lezioni di piano” da una bellissima e provocante “insegnante” napoletana (Ninni /Luisa Ranieri).

Taddeo – l’alter ego di Avati –  adora il Bar Margherita e i suoi eterogenei nonchè affezionati clienti e vorrebbe assolutamente entrare a far parte di questa amena combriccola.
Non badando a spese (i soldi della madre) noleggia una Fiat 1100 in modo da farsi notare da Al (Diego Abatantuono) e divenirne, “nel suo piccolo”, l’autista ufficioso. Al ne approfitta a man bassa ma si affeziona a Taddeo chiamandolo “coso”.
Altri personaggi coloriti del bar sono Gian (Fabio De Luigi) antennista e cantante dilettante in cerca di fortuna al Festival di Sanremo, Bep (Neri Marcorè) che è un ingenuotto in cerca dell’amore, Manuelo (Luigi Lo Cascio) un ladruncolo “linfomane” con il gusto per l’estremo. Il gruppo si chiude con altri avventori minori come il trafficone Sarti (Gianni Ippoliti), Pus e Mentos. Nella storia entrerà poi anche Marcella (Laura Chiatti), bionda femme fatale (è un’entreneuse) ingaggiata per far sfumare il matrimonio prossimo venturo di Bep con Beatrice (Maria Pia Timo).

Il racconto è di per sè semplice, un lineare affresco della vita di questi uomini nel dopo-guerra (quasi boom) che esprimono  palesemente l’italianità nei loro vizi e virtù. C’è un sottile percorso tra amore/tradimento, dovere/piacere e vita/morte che sublima nell’arte di arrangiarsi tipica di noi italiani.
L’atmosfera del film è espressa in modo realistico. E’ ben realizzata: vestiti, auto, acconciature e canzoni ci riportano al 1954 con convinzione.
Il film è divertente e scorrevole con qualche punta di agrodolce e un punto di vista prettamente maschile in cui la donna funge da fine per l’egoismo maschile (tipico dell’epoca): che si tratti di madre, moglie, amante o prostituta è sempre l’uomo che sfrutta la propria posizione.

Gli attori sono funzionali al contesto e su tutti si mette in evidenza un Luigi Lo Cascio nei panni di un fuori di testa lontano anni luce dai suoi precedenti personaggi in “I 100 passi” o “La meglio gioventù”. E’ grande.
Brave le belle del gruppo (Ranieri e Chiatti), simpatica conferma De Luigi, conferme Marcorè, Cavina e la Ricciarelli. Una sorpresa piacevole Zizzi e forse l’unico che mi è piaciuto meno è Abatantuono, sornione e in parte ma, a me, sembra che faccia sempre e solo Abatantuono…

Un film pulito con siparietti divertenti che non scade mai nella volgarità, un ritratto dell’Italia che fu e che vorremmo di nuovo, una storia delicata di amicizia e amore senza malinconie, struggimenti o nostalgia.

Un (bel) film che consiglio.

Voto : 8 (Epico)

ps: La scena dell’arrivo del prete alla festa di compleanno di Taddeo e la reazione della Ricciarelli valgono da soli il prezzo del biglietto!

Ciao, J

Annunci

6 commenti su “Recensione Film : Gli amici del Bar Margherita

  1. Direi che “nel nostro piccolo” al cinema ci siamo divertiti!
    Ma siamo poi sicuri che gli occhiali raggi K funzionino anche fuori dalla Svizzera??? 🙂
    Ciao

  2. Strano che Avati abbia richiamato Abatantuono, ormai lanciatissimo nel cinema italiano di cui possiamo forse fare a meno. Penso ai Mostri oggi, che ho sentito non è come i precedenti, ma solo un brand di cui appropriarsi, come poteva essere quello di Amici miei.

    OT: Sei ufficialmente invitato alle ultime fasi del Torneo dei film. Rimangono pochi film, ma buoni, e forse puoi trovare difficoltà ad esprimere le tue preferenze al seguente link:
    http://spreadsheets.google.com/viewform?hl=it&formkey=cDhtazMwUm1KaUEwck9jMEt4c2NNUHc6MA..

    http://iltorneodeifilm.wordpress.com/

  3. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...