Recensione Film: La rivolta delle ex

Commedia del 2009 con Matthew McConaughey (Connor), Jennifer Garner (Jenny) e Michael Douglas (lo zio Wayne).

Connor Mead è un cinico fotografo di moda con uno stuolo di ex-ragazze (quasi tutte avventure). A lui non piace impegnarsi e da quando teen-ager ha sofferto per amore di Jenny ha seguito gli insegnamenti e le orme del defunto zio Wayne sullo stile di vita da tenere: nessun coinvolgimento d’amore. Arriva il giorno del matrimonio del fratello di Connor e durante la notte che precede la cerimonia (e dopo averne combinate tante da rovinare – o quasi – le nozze) tre fantasmi di sue ex gli fanno visita mostrandogli cosa ha lasciato, come vive nel presente e il suo destino futuro…

Chiaramente il film prende spunto dal “Canto di Natale” di Charles Dickens cambiando i fantasmi del Natale con quelle delle fiamme amorose e il fulcro delle visite per la redenzione dalla tirchieria e solitudine di Scrooge al cinismo e indifferenza ai sentimenti di Connor Mead.
Che dire di più? Mi stupisco della presenza di attori come Michael Douglas che si prestano a “opere” di siffatta qualità. Storia piatta, plausibilità (non quelle sovrannaturali) pari a zero, trama stupidotta. In sostanza un film da vedere solo se vi piacciono gli attori protagonisti. Forse anche al regista dovrebbero apparire i fantasmi dei suoi film passati, presenti e futuri, chissà…

Voto: 5 Sciapo

Ciao, J

Un commento su “Recensione Film: La rivolta delle ex

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.