Recensione Libri: “La biblioteca dei morti” di Glenn Cooper

“La biblioteca dei morti” è un libro di Glenn Cooper del 2009.

A New York l’FBI Indaga su Doomsday, un serial killer che invia una cartolina alle sue vittime indicandone la data della morte, sempre rispettata.

Le indagini porteranno l’agente Will Piper sulle tracce di una fantomatica biblioteca che ha a che fare con il caso Doomsday, fino a risalire nell’epoca medievale quando i libri della biblioteca furono scritti, al loro ritrovamento e anche al coinvolgimento del Governo americano e all’Area 51.

Non aggiungo altro…

Libro scorrevole e storia interessante. Può vagamente ricordare altri libri del genere “fantastorico” ed in parte anche “Il nome della Rosa” per temi trattati e ambientazioni. L’autore è stato bravo ad innestare la trama storica  e mistica con quella politica e della cospirazione aggiungendo anche una parte investigativa. Il finale è coerente anche se forse un po’ ingenuo, lo spunto iniziale è davvero avvincente e forse l’unico punto debole della storia è la motivazione di Doomsday. Comunque un libro davvero godibile.

Già è uscito una sorta di sequel (“Il libro delle anime”) e l’altro ieri ho visto in libreria un nuovo romanzo di Glenn Cooper di cui non ricordo il titolo, chissà…

Voto: 7 Interessante

Ciao, J

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.