Recensione Film: Nessuno mi può giudicare

Film del 2011 diretto da Massimiliano Bruno, che vede protagonisti Paola Cortellesi e Raoul Bova.
Trama: La trentatreenne Alice vive in una bella villetta di Roma nord, ha un marito, un figlio di 9 anni e tre domestici extracomunitari. La sua vita sembra un sogno dorato ma si rivelerà ben presto un incubo. Suo marito, imprenditore nel ramo dei sanitari, muore in un incidente e il suo avvocato le spiega che è rimasta sul lastrico.

A questo punto, per pagare almeno in parte i debiti lasciati dal marito, si trova costretta a licenziare i domestici e a vendere la casa. La sua nuova sistemazione consiste in un minuscolo appartamento nel quartiere del Quarticciolo, segnalatole dal suo ex domestico Aziz. Tuttavia, la vendita della villa è insufficiente per far fronte ai debiti, e così Alice decide di contattare Eva, una escort vista poco tempo prima durante una festa.

Lo scopo di Alice è quello di guadagnare molto denaro in poco tempo e quindi, suo malgrado, intraprende la carriera di escort, aiutata da Eva…stop.

Commedia interessante perché affronta più temi: razzismo, classismo, disoccupazione e prostituzione d’alto borgo tanto di moda in questo periodo…
E’ un film divertente e che commuove e diverte e a tratti fa riflettere su certe situazioni. La riuscita del film è chiaramente merito di Paola Cortellesi ma, finalmente, anche Raoul Bova risulta credibile nella parte dell’uomo di strada che s’innamora della ex-snob.
Un discreto film italiano.

Voto: 7 Specchio dell’Italia attuale?

Annunci

Un commento su “Recensione Film: Nessuno mi può giudicare

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...