Recensione Film: 40 carati

Film del 2012
Diretto da Asger Leth
Con Sam Worthington, Elizabeth Banks, Jamie Bell, Genesis Rodriguez, Ed Harris, Edward Burns, William Sadler, Kyra Sedgwick
Genere: Thriller / Azione
Trama: Nick Cassidy (Sam Worthington) è un ex-poliziotto evaso dal carcere dopo essere stato condannato per un furto di un diamante. Lo ritroviamo sul cornicione di un albergo intento al suicidio. L’attenzione dei media si concentra sul presunto suicida che pone la condizione di avere la mediatrice Lydia Mercer (Elizabeth Banks) a gestire la situazione. Nel frattempo il fratello Joey (Jamie Bell) con la fidanzata Angie (Genesis Rodriguez) si adoperano per un’operazione di furto nel palazzo di fronte…

Commento: L’escamotage del suicidio dal palazzo per redimersi è interessante. E’ chiaro da subito lo scopo ultimo del protagonista e quindi la storia è abbastanza prevedibile (anche i colpi di scena non mi sembrano tali). Ciò non toglie che il film si fa seguire con attenzione e divertimento e il risultato è godibile.

Voto: 6.5 Per chi non soffre di vertigini.

Annunci

Un commento su “Recensione Film: 40 carati

  1. Pingback: RECENSIONI FILM | Aurora Boreale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...