Recensione Film: Boyhood

boyhood-locandinaFilm del 2014
Diretto da Richard Linklater
Genere: drammatico
Con:
Ellar Coltrane: Mason Evans
Ethan Hawke: Mason Evans Sr.
Patricia Arquette: Olivia Evans
Lorelei Linklater: Samantha Evans

Durata: 166 minuti

Trama tratta da Wikipedia : Il film segue la vita del giovane Mason, dagli otto anni, quando frequenta la scuola elementare, fino ai diciannove anni, quando entra al college, raccontando il rapporto con i genitori divorziati, i traslochi, le nuove scuole, i matrimoni falliti della madre, il rapporto conflittuale con la sorella Samantha, la nuova relazione del padre, seguendo anche l’evoluzione degli oggetti d’uso quotidiano, tecnologici e non, e i cambiamenti culturali, sociali e politici degli anni.

Commento: E’ innegabile che molto del fascino di questo film è dovuto alla realizzazione durata 12 anni con l’invecchiamento reale degli attori, soprattutto del protagonista che all’inizio ha 8 anni e alla fine quasi 20. E’ come vedere un filmino di famiglia in cui continuiamo a stupirci di come i figli erano piccoli… soltanto che qui c’è ben di più. C’è il cambiamento naturale del fisico ma anche del comportamento: fantasie infantili e problemi adolescenziali. Tutto condito da ciò che succede nel mondo (dall’11 Settembre, ai reduci dell’Iraq, all’avvento degli ipod e degli smartphones attraverso la Wii, la campagna di Obama…). In sostanza uno spaccato storico vissuto dal punto di vista di una famiglia spezzata, ricomposta, nuovamente disunita che attraversa lo stato del Texas in cerca di un futuro. Bravissima Patricia Arquette a dipingere una madre costretta a laurearsi, a lavorare, a traslocare, a trovare un uomo (ripetutamente) che l’aiuti a vivere e a crescere i figli e alla fine ad accettare suo malgrado che i figli sono cresciuti. E’ un film che non narra eventi epocali o drammatici all’interno del nucleo famigliare ma attraverso episodi semplici e comuni a molti e ben rappresenta quello che è la vita: cambiamento e ricerca di sé e della felicità. E’ un film lungo ma non significa necessariamente che sia un difetto, tutt’altro. Patricia Arquette ha vinto l’Oscar ma tutti gli attori (su tutti il protagonista Elalr Coltrane / Mason) sono bravissimi a rendere il comune in maniera naturale. Un bel film che fa riflettere su come la vita prende vie e pieghe a volte non semplici da seguire, come un fiume che trascina a valle tutto. L’importante è tentare di galleggiare.
Voto: 8.5 Un diario in immagini davvero interessante, un affresco temporale.

bellissimo - 8 e più

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...