Recensione Film: Deadpool

DeadpoolFilm del 2016
Diretto da Tim Miller
Genere: azione, commedia, avventura, fantastico, supereroi
Durata: 108 minuti
Con:
Ryan Reynolds: Wade Wilson/Deadpool
Morena Baccarin: Vanessa Carlysle
Ed Skrein: Francis Freeman/Ajax
T. J. Miller: Weasel
Gina Carano: Angel Dust
Brianna Hildebrand: Ellie Phimister/Testata Mutante Negasonica
Andre Tricoteux: Piotr “Peter” Rasputin/Colosso

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Deadpool, il “Mercenario chiacchierone” in grado di infrangere la quarta parete, tende un agguato ad un convoglio per eliminare Francis, l’uomo che lo ha terribilmente sfigurato. Lo stesso Deadpool invita gli spettatori a conoscere la sua storia personale prima di proseguire: due anni prima Deadpool era semplicemente Wade Wilson, ex soldato delle forze speciali con ben quarantuno uccisioni all’attivo che, dopo essere stato congedato con disonore, per sbarcare il lunario ha intrapreso la carriera di mercenario.

Un giorno, dopo aver minacciato su commissione uno stalker (un fattorino di una pizzeria a domicilio), Wade si reca nel losco pub per sicari che frequenta di solito, gestito dall’amico Weasel: qui si organizza periodicamente una lotteria, chiamata “dead pool”, in cui si scommette su chi sarà il prossimo a morire. Quella stessa sera Wade incontra una ragazza, Vanessa. Vanessa e Wade scherzano brevemente ed escono insieme, tra i due il colpo di fulmine é immediato e dopo pochissimo finiscono a letto, subito sboccia l’amore e dopo pochissimo vanno a vivere insieme, dopo un periodo di convivenza (nel film si presuppone sia un anno, considerato il susseguirsi delle ricorrenze e delle festività del calendario celebrate tra i due con rapporti sessuali “a tema”) Wade le chiede di sposarlo; dopo aver ricevuto il fatidico sì, tuttavia, l’uomo ha un malore improvviso che lo fa stramazzare a terra.

Commento: Come sarebbe un film di super (si fa per dire) eroi alla Tarantino? Eccolo qui. Splatter, sangue a catinelle, parolacce, humour, scene non-sense. C’è di tutto in questo film, a partire dai titoli di testa su un furgone in stile “Inception” che ci fanno capire subito il tono dissacrante del genere. Il personaggio principale si rivolge allo spettatore in camera, è volgarissimo, indifendibile e mai politically-correct. La storia è leggera e prevedibile ma molto divertente. Molte battute ed effetti speciali per uno speciale “quasi” X-Men che prende in giro Wolverine, sé stesso e gli attori che li interpretano. Ottimo entertainment! E poi la Al (Leslie Uggams) non-vedente è pazzesca… Finalmente un film Marvel dove la battaglia tra super-dotati (è il caso di dirlo) fa soltanto da sfondo, qui è tutto concentrato nel dissacrante sproloquio verbale del protagonista. Funny!

Voto: 7.5 Un superlogorroicoeroe davvero demenziale e divertente.

Ah però... 6.5 -7.5

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...