Recensione Film: I sogni segreti di Walter Mitty


I-Sogni-Segreti-Di-Walter-MittyFilm del 2013
Diretto da Ben Stiller
Genere: Commedia / Avventura / Drammatico
Con:
Ben Stiller: Walter Mitty
Kristen Wiig: Cheryl Melhoff
Adam Scott: Ted
Sean Penn: Sean O’Connell
Shirley MacLaine: Edna Mitty

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Walter Mitty è un grigio impiegato della rivista Life che lavora nell’archivio dei negativi da molti anni, con una madre anziana e una sorella aspirante attrice a cui badare; Walter tuttavia è anche un moderno sognatore: senza mai uscire dalla propria città, compie regolarmente dei viaggi mentali lontano dalla sua noiosa esistenza, entrando in un mondo di fantasie caratterizzate da grande eroismo, appassionate relazioni amorose e costanti trionfi contro il pericolo. Nella realtà il timido Walter cerca, senza successo, di contattare attraverso un sito di incontri online l’anima gemella, che egli ritiene essere una sua collega, Cheryl Melhoff, che incrocia spesso al lavoro ma che non ha il coraggio di invitare fuori a cena.

Un mattino giungendo in ufficio Walter scopre che la sua rivista è stata venduta a un altro gruppo e che è in corso una ristrutturazione aziendale con la prospettiva di numerosi licenziamenti tra il personale. Lo stesso giorno riceve per posta alcuni negativi con una lettera da Sean O’Connell, un celeberrimo fotografo che lavora per la rivista scattando immagini in giro per il mondo, ma solitario e misantropo tanto che nemmeno Walter l’ha mai incontrato di persona. O’Connell tuttavia è affezionato a Walter, che ritiene l’unico in grado di comprendere a fondo la sua arte, tanto che assieme alle foto gli ha inviato in dono un portafogli con il motto della rivista. Sean O’Connell scrive di avere realizzato una foto eccezionale, la numero 25 dei negativi inviati, che ritiene dovrebbe essere usata per la prossima copertina. Il problema è che Walter non riesce a trovare quel negativo, mentre la nuova direzione della rivista preme per avere la foto il prima possibile in modo da pubblicarla nella copertina dell’ultimo numero di Life su carta, che poi verrà distribuita solo online.

Commento: Non ho visto il film “Sogni proibiti” di cui questo è il remake quindi non mi permetto di fare confronti. Il film parte (come ci si immagina dai teasers e dai trailers) con le continue evoluzioni di fantasia del protagonista per trasformarsi poi in un viaggio “on the road” in cui finalmente le fantasie del protagonista si concretizzano e anche la vita di Walter Mitty intraprende quella svolta mancata nel momento della scomparsa del padre. L’escamotage del fotogramma scomparso è la causa scatenante che al termine (ci) gratifica. Ben Stiller si è ritagliato il ruolo tralasciando parecchio del suo lato tragicomico (salta fuori forse solo nella scena del metal detector all’aeroporto) e questo ha giovato notevolmente al risultato. Onestamente mi aspettavo la parte bella in quella delle fantasie e invece devo dire che la parte che ho apprezzato di più è la seconda in cui il protagonista inizia a viaggiare anche con il corpo e a vivere realmente le proprie avventure. Aiuta parecchio ovviamente l’ambientazione naturalistica (Groenlandia, Islanda, Himalaya). Per concludere un film leggero sulla possibilità di farcela anche dopo aver perso un primo treno.
Un appunto a chi ha scelto il titolo italiano del film: visto che la pellicola narra tra le altre cose della chiusura della rivista su carta Life, il titolo originale a mio avviso era indicativo: “The secret LIFE of Walter Mitty”.
Bel film, mi è piaciuto.

Voto: 7 Per chi sogna ad occhi aperti

Ah però... 6.5 -7.5

 

Recensione Film: Vicini del terzo tipo


Film del 2012
Genere: Commedia / Fantascienza
Diretto da Akiva Schaffer
Con:
Ben Stiller: Evan Trautwig
Vince Vaughn: Bob Finnerty
Jonah Hill: Franklin
Richard Ayoade: Jamarcus
Rosemarie DeWitt: Abby Trautwig

Trama tratta da Wikipedia: Un gruppo di amici forma una ronda di quartiere, principalmente per motivi di svago e per distaccarsi un po’ dalla routine familiare. Tuttavia, quando essi scoprono che tra i vicini di casa si nascondono degli extraterrestri che minacciano il mondo intero, saranno costretti ad affrontare il problema a testa alta.

Commento: Commedia con tema alieno un po’ demenziale e indecisa a quale genere appartenere. E purtroppo questa “scarpa in due piedi” rende il risultato insoddisfacente per gli amanti di uno o dell’altro. Ben Stiller a me piace abbastanza ma qui sembra un po’ sprecato e fuori ruolo. C’è solo una scena abbastanza divertente (quella con le foto all’alieno in casa, tanto per intenderci) ma alla fine questo film è nel complesso piuttosto deludente. MIB (1) è un’altra roba
Voto: 5.5 Gli alieni sono tra di noi?

che dormita 5

Recensione Film: Tower heist – Colpo ad alto livello


Film del 2011
Diretto da Brett Ratner
Con Ben Stiller, Eddie Murphy, Alan Alda, Casey Affleck, Matthew Broderick
Genere: Commedia
Trama: Un gruppo di dipendenti di un grande edificio (The Tower) viene truffato dal più ricco residente del palazzo, a cui loro hanno affidato i loro risparmi. Traditi e umiliati gli uomini progettano di rapinarlo, guidati dal manager Josh Kovacs e da Slide, un criminale fatto uscire di prigione proprio per questa occasione.

Commento: Commedia corale, abbastanza divertente anche se Eddie Murphy è sprecato (o forse era annoiato, non so). Manca un po’ di verve anche se, si rimane in attesa per vedere come va a finire e, onestamente, il finale è inconcludente. Ho atteso oltre i titoli di coda per vedere se c’era qualche sorpresa ma, niente… Peccato , un’occasione sprecata di avere una nuova “Notte da leoni” più raffinata.

Voto: 6.5 Incompiuto

Recensione Film: Una notte al museo 2 – La fuga


Commedia del 2009 con Ben Stiller, Amy Adams, Hank Azaria, Robin Williams, Owen Wilson e Ricky Gervais sequel del capitolo uscito nel 2006.
Ci riporta di nuovo alla vita di Larry Daley, divenuto imprenditore-inventore dopo aver lasciato il lavoro di guardiano notturno del Museo di Storia Naturale di New York.
Nei pochi attimi in cui il nostro riesce a staccarsi dal cellulare scopre che i personaggi storici che “tornano in vita” al Museo stanno per essere trasferiti e archiviati nei sotterranei dello Smithsonian a Washington. Tenta di fermare la cosa ma non vi riesce e dopo aver salutato Roosevelt (Robin Williams) torna a casa dal figlio. Nella notte però, il piccolo Jedediah (Owen Wilson) lo chiama da Washington dicendogli che il temibile faraone Kahmunrah tiene in ostaggio i nuovi arrivati e vuole impadronirsi del mondo risvegliando il proprio esercito. Il faraone assolda a questo scopo anche Ivan il Terribile, Napoleone ed Al Capone.
Larry corre a Washington e con ingegno riesce ad entrare negli archivi del museo ove incontra la rediviva e avventurosa Amelia Earhart (Amy Adams) che si prodiga nel soccorrerlo.

Riusciranno i nostri a fermare il piano del diabolico faraone? Aiutati da Abe Lincoln, Einstein e altri ameni personaggi il finale è fuori discussione 🙂

Ero piuttosto scettico davanti a questo sequel ma devo dire che mantiene ciò che promette: una storia semplice e scorrevole con alcune trovate divertenti, un discreto successore del primo capitolo senza infamia e senza lode. E’ un film che definerei “per bambini” poichè i cattivi sono piuttosto stupidi e caricaturali e tutta la storia è un pretesto per mostrare un po’ di storia storpiandola e rendendola più digeribile e anche per fare ancora un po’ di soldi, chissà. Molto bravo Hank Azaria nei panni del faraone: un attore poco noto da noi ma, famosissimo in patria, soprattutto per le doti vocali che ne fanno un doppiatore bravissimo (è una moltitudine di voci nei Simpson, ad esempio) e forse ve lo ricordate come David, lo spasimante che rischia di far saltare il matrimonio di Phoebe in Friends .

In sostanza questo è un film che si può vedere sgranocchiando vivacemente popcorn e bevendo un bel bicchiere di coca-cola fresca, in spensieratezza.

Voto: 6.5 Quasi Frizzante

Recensione Film: “Una notte al museo”


Ben Stiller (“Zoolander”, “Tutti pazzi per Mary”, “Mi presenti i tuoi?”) è un padre separato con figlio in affidamento congiunto. Per non perdere la possibilità di continuare a vedere il figlio deve necessariamente accettare un lavoro e tentare di mantenerlo (più del solito).
L’occasione si presenta sotto forma di guardiano notturno al Museo di Storia di New York.
I guardiani attuali (tra cui Dick Van Dike – celebre spazzacamino di Mary Poppins) e Mickey Rooney (80enne enfant-prodige degli anni d’oro della prima Hollywood), gli lasciano in mano le chiavi del Museo e lo dotano di un Manuale “Speciale”.
Il Museo infatti di notte prende vita: personaggi storici, animali e diorama diventano attivi, loquaci, aggressivi o semplicemente curiosi.
Tra i vari si notano il sempre bravo Robin Williams (Qui nei panni del cavallerizzo presidente Theodore Roosvelt), il compagno di altre avventure Owen Wilson e personaggi come Attila, un Tirannosaurus Rex , una scimmietta davvero irritante (Dexter) e la statua bronzea di Cristoforo Colombo!

E’ un film pensato per bambini ma a mio avviso risulta divertente anche per adulti. Non è un capolavoro, certo, ma è una pellicola godibile, ben recitata e con effetti speciali degni di nota. Solo accennata la svolta romantica del protagonista verso la bella guida Rebecca (Carla Gugino) ma, nel caso, non se ne sente la necessità. Nel cast anche lo stralunato ed incomprensibile direttore del museo interpretato dal geniale Ricky Gervais (grandissimo nel cult “The office” versione british).
Ben Stiller è poi il solito Ben Stiller (impacciato, sfigato e arrabbiato) e quindi o lo si ama (io tra questi) o lo si odia.

Un film per tutti, scorrevole e senza tante pretese, per una piacevole serata a popcorn e bibite.

E’ in produzione il sequel previsto per il 2009.

Voto: 7 (Spensierato)

Ciao, J