Recensione Film: Atomica bionda


Film del 2017
Diretto da David Leitch
Genere: azione, spionaggio, thriller
Durata: 115 minuti
Con:
Charlize Theron: Lorraine Broughton
James McAvoy: David Percival
John Goodman: Emmett Kurzfeld
Til Schweiger: l’orologiaio
Eddie Marsan: Spyglass
Sofia Boutella: Delphine Lasalle

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Nel 1989, alla vigilia del crollo del muro di Berlino e del cambiamento nelle alleanze tra superpotenze, Lorraine Broughton, una spia del massimo livello dell’MI6, viene inviata a Berlino per smontare una spietata organizzazione di spionaggio che ha appena ucciso un agente sotto copertura in possesso di una lista con gli agenti russi infiltrati nel blocco occidentale e nello stesso MI6. La donna riceve l’ordine di cooperare col direttore della sede di Berlino David Percival, e i due formano un’incerta alleanza, scatenando tutto il loro arsenale di abilità nel perseguire una minaccia che mette a rischio l’intero mondo delle operazioni di spionaggio dei paesi occidentali.

Commento: La storia è intricata come tutti le spy stories e Charlize Theron è verosimile come agente oltre ad essere una bellissima donna (vale come giudizio?). Il film è ben ambientato nella Berlino dei giorni della caduta del Muro e le musiche elettro-pop aiutano a calarsi nell’epoca (che nostalgia “99 luftballons” …). Il film alla fine è un po’ caotico e il finale tra giochi, doppi e tripli colpi di scena non è disarmante ma un po’ pretenzioso e… prevedibile. Oltretutto manca una spiegazione meglio articolata e i sottintesi mi hanno dato un po’ fastidio. A me piacciono i finali alla “The illusionist” tanto per intenderci. Comunque un film discreto con molte scene di lotta e sfruttamento della bellezza della protagonista.

Voto: 7 Chi è chi?

TRAILER

Annunci

Recensione Film: John Wick


Film del 2014
Diretto da Chad Stahelski e David Leitch
Genere: azione

Durata: 100 minuti

Con:

Keanu Reeves: Jonathan “John” Wick
Michael Nyqvist: Viggo Tarasov
Alfie Allen: Yosef Tarasov
Willem Dafoe: Marcus
Dean Winters: Avi
Adrianne Palicki: Ms. Perkins

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : John Wick è un ex assassino che da circa cinque anni si è ritirato per vivere con la moglie, che però muore a causa di un male incurabile; come ultimo regalo della donna John riceve una cagnolina, pochi giorni dopo il funerale, a cui si affeziona molto.

Un giorno, mentre è a fare rifornimento con la sua auto, viene notato da un ragazzo russo, che gli propone senza successo di comprare la vettura; quella notte, il giovane e i suoi compari si intrufolano in casa di John, lo picchiano brutalmente e gli rubano l’auto dopo aver ucciso la sua cagnolina. John, ripresosi, si reca dal suo amico Aurelio, un trafficante d’auto a cui il ragazzo si era inutilmente rivolto per rendere la macchina non rintracciabile, e scopre che ad aggredirlo è stato Yosef Torasov, il figlio di Viggo, il principale boss della città.

Commento: Partendo dal presupposto che il motivo della vendetta di John Wick nei confronti di Yosef Tarasov è risibile e sproporzionato e in sostanza solo una giustificazione alla storia che ne segue, il film è divertente con tutti i limiti che questo genere impone: morti a tonnellate, combattimenti assurdi, imbattibilità dell’eroe quasi divina e finale prevedibile. Con tutto questo il film mi è piaciuto perché prevale la voglia di vedere cosa s’inventa il protagonista e come esce dalle situazioni in  cui si “infogna”.

Voto: 7.5 Mai litigare con un killer, anche se in pensione.