Recensione Film : L’uomo sul treno – The Commuter


Titolo: L’uomo sul treno – The Commuter
Film del 2018
Diretto da Jaume Collet-Serra
Genere: Thriller, Azione
Durata: 105 minuti
Con:

Liam Neeson: Michael McCauley
Vera Farmiga: Joanna
Patrick Wilson: Alex Murphy
Jonathan Banks: Walt
Elizabeth McGovern: Karen McCauley
Sam Neill: Capitano Hawthorne

Trama parzialmente tratta da Wikipedia :

Michael MacCauley è un mite pendolare di Tarrytown che tutti i giorni prende il solito treno per recarsi a Manhattan, dove lavora nel campo delle assicurazioni, al quale è passato dopo anni di servizio nella polizia di New York. Un giorno viene licenziato, e mentre sta prendendo il treno che lo riporterà a casa viene avvicinato da una donna, Joanna.

Per passare il tempo, Joanna gli propone una sfida: trovare un passeggero, nome in codice Prynne, che non dovrebbe trovarsi sul treno, e la cui esistenza mette in pericolo quella di tutti gli altri occupanti; Prynne ha con sé una borsa, all’interno della quale dovrebbe esserci un oggetto rubato: se Michael riuscirà a riconoscerlo e a infilare nel bagaglio un localizzatore GPS prima che Prynne scenda alla stazione di Cold Spring, otterrà una ricompensa di 100 000 dollari.

Commento:

Liam Neeson ormai si è standardizzato in questo ruolo dell’uomo che bello seduto sull’albero viene sballottato per rovinare (quasi) a terra fino a che, dopo molti tentativi e molte dure prove, tutto torna alla normalità. E fin qui non c’è nulla di male poichè è un canovaccio consolidato e utilizzato spesso sia al cinema che nei romanzi…

Peccato che il regista  e l’attore protagonista abbiano girato un precedente film chiamato “Non stop” e questo “L’uomo sul treno – The Commuter”,  a parte il mezzo che là era un aeroplano, ne sembra la fotocopia.

Quindi la pellicola, nonostante pecchi di originalità e non offra molti spunti, risulta comunque un bel passatempo e avvincente al punto giusto: chi sarà Prynne? Chi lo/la vuole morto/a? Chi è coinvolto?

Vera Farmiga è a mio avviso sprecata perchè si vede davvero poco e tutto ruota intorno a Liam Neeson che da solo sorregge il ruolo, il film e pure il treno!

In sostanza un film godibile ma che non genera particolari aspettative.
Voto: 6.5 Vuoi vedere che conviene saltare i tornelli?

 

TRAILER

Recensione Film: Non-Stop


Non-StopFilm del 2014
Diretto da Jaume Collet-Serra
Genere: azione, thriller
Durata: 106 minuti
Con:
Liam Neeson: Bill Marks
Julianne Moore: Jen Summers
Anson Mount: Jack Hammond
Michelle Dockery: Nancy

Trama tratta da Wikipedia : Uno sceriffo aereo, Bill Marks, con numerosi problemi in passato, si trova in un aereo diretto a Londra. All’improvviso un individuo anonimo comincia a mandargli messaggi intimidatori, dicendogli che se non verserà 150 milioni di dollari ad un conto, ogni 20 minuti morirà una persona. Bill comincerà allora una caccia all’uomo, rischiando di essere preso per pazzo a causa dei suoi precedenti problemi, per salvare le vite sul velivolo.

Commento: A parte qualche domanda lecita che sorge dopo certi passaggi”ambigui” (per non dire “buchi”) della sceneggiatura, è un film avvincente che si perde solo un poco nel finale. C’è comunque Liam Neeson (doppiato alla grande da Alessandro Rossi) che mi pice molto come attore, anche in questi ruoli da duro (ci ricorda molto il protagonista di Taken et sequel vari). Ci sono molte forzature nella narrazione… ad esempio: alla fine nessuno a terra si preoccupa di quello che fino a prima dell’atterraggio era considerato l’unico terrorista a bordo e trullallero-trullallà finiasce a tarallucci e vino?). Concludendo un buon film d’azione con scene spettacolari (improbabili) e due grandi attori, il già citato Liam Neeson e la bella Julianne Moore.

Voto: 7 Sconsigliato a chi ha paura di volare

Ah però... 6.5 -7.5