Recensione Film: Exodus – Dei e re


exodus-dei-e-re-locandinaFilm del 2014
Diretto da Ridley Scott
Genere: biblico, fantastico
Durata: 150 min.
Con:
Christian Bale: Mosè
Joel Edgerton: Ramses
Aaron Paul: Giosuè
John Turturro: Seti
Ben Kingsley: Nun

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Gli eventi narrati traggono ispirazione dal libro dell’Esodo e raccontano la partenza del popolo di Israele dall’Egitto, dove era tenuto in schiavitù. Mosè, “colui che è stato salvato dalle acque”, nacque dagli israeliti Amram e Iochebed. Scampato alla persecuzione voluta dal Faraone, venne salvato dalla sorella nubile di quest’ultimo ed educato nella corte egizia, dove si guadagnò la fiducia del faraone Seti, fino a diventare generale dell’esercito. Seti si dimostra poco fiducioso nei riguardi del figlio Ramses, ai suoi occhi facile preda delle passioni umane e privo di polso e determinazione, doti fondamentali per un futuro regnante. È clemente e fiero nei riguardi di Mosè, che è all’altezza di ogni situazione. Seti stesso amette apertamente davanti a Mosè, di essere dispiaciuto di non potergli cedere il trono, in quanto Mosè non ha legami di sangue con la famiglia reale, vedendo in lui la guida perfetta per guidare il regno d’Egitto.

Tutto cambia quando a Mosè viene annunziato da Nun, un saggio anziano della comunità israelita, che una profezia aveva annunciato che un uomo avrebbe raggiunto la loro comunità tenuta in schiavitù e li avrebbe liberati. Egli svela a Mosè le vere origini sul suo passato, suscitando in lui paura.

Commento: Rivisitazione in chiave moderna dell’Esodo con riferimenti ai “Dieci comandamenti” di Cecil B. DeMille in cui scopriamo il passato di Mosè (guerriero) prima di scoprire la Fede e aiutare il proprio popolo d’origine a liberarsi dalla schiavitù. Il film visivamente è imponente anche se ormai ci si è abituati fin troppo alla computer grafica… Onestamente non è un film che mi ha coinvolto emotivamente più di tanto poichè i fatti sono noti come le piaghe d’Egitto (un po’ riviste e in parte “spiegate”) e i personaggi non si fanno nè amare nè odiare… In sostanza un film pomposo ma bello come un vaso: vuoto dentro.

Voto: 6 Mosè salvato dalle acque, ma il film…

si puo vedere distrattamente - 6

Annunci

Recensione Film: Transformers 3


 

transformers3Film del 2011
Diretto da Michael Bay
Genere: Fantascienza
Con:
Shia LaBeouf: Sam Witwicky
Rosie Huntington-Whiteley: Carly Brooks Spencer
Josh Duhamel: Colon. William Lennox
John Turturro: Seymour Simmons
Tyrese Gibson: Robert Epps
John Malkovich: Bruce Brazos
Patrick Dempsey: Dylan Gould
Glenn Morshower: Gen. Morshower
Alan Tudyk: Dutch
Frances McDormand: Charlotte Mearing

Trama parzialmente tratta e rielaborata da Wikipedia: Dietro al viaggio dell’Apollo 11 nel primo allunaggio terrestre c’era la ricerca della causa di un impatto alieno. Durante la guerra che aveva condotto Cybertron alla distruzione e alla sconfitta degli Autobot, una nave aliena chiamata “Arca” era infatti riuscita a lasciare l’orbita del pianeta, ma attaccata dai Decepticon si schiantò sulla luna. I russi nelle loro missioni spaziali presero il motore della nave, lo studiarono e lo imbrigliarono a Chernobyl, ma quando tentarono di usarlo come materiale fissile, provocarono il famoso disastro del 1986…

Commento: non aggiungo altro della trama perché tra Decepticon, Autobot e nomi di robot faccio confusione totale! Rispetto ai capitoli precedenti devo dire che ho trovato maggiore soddisfazione soprattutto nella battaglia epica in Chicago. Bella distruzione! Finalmente i combattimenti seppur fracassoni riempiono lo sguardo di divertimento selvaggio 🙂
Manca Megan Fox (sbav sbav) che è stata sostituita dalla bambolona Rosie Huntington-Whiteley, e visto il ruolo (stereotipato) classico della bellissima da riconquistare e salvare da parte dell’eroe, ci sta benissimo nel film.
Sono due ore di divertimento senza troppi pensieri, grandi battaglie, un mix tra film fantastico e catastrofico con alcuni spunti umoristici. In sostanza un ottimo film popcorn/coca-cola che mi è, addirittura, piaciuto più dei numeri 1 e 2.
Unica cosa che mi fa sempre sbellicare dal ridere (si fa per dire): l’hacker di turno (nel caso Dutch) che in 3 secondi entra in un sistema di sicurezza informatico e risolve il problema senzza batterer ciglio, ma daiiiiii!
Tra l’altro parla di cifratura 128K quando sarebbe a 128 bit, ma magari hanno cannato al doppiaggio…

Voto: 7 We-are-robots tu-tu-tuttu (questa per intenditori di musica elettronica tedesca)

Ah però... 6.5 -7.5

Recensione film: The Rounders – Il Giocatore


Film del 1998 diretto da John Dahl ed interpretato da Matt Damon (Mike McDermott), Edward Norton, John Malkovich, John Turturro.

Film culto per gli amanti del gioco del poker, Rounders racconta la storia dell’esperto giocatore Mike Mc Dermott (Matt Damon) che, dopo una fulminante carriera, decide di abbandonare le carte per dedicarsi a tempo pieno ai suoi studi di legge.

La pausa, però, diventa immediatamente più breve del voluto quando un suo amico d’infanzia ed ex compagno di gioco (Edward Norton) lo costringe a rientrare nel giro dei tornei clandestini di Texas Hold’Em per aiutarlo ad estinguere un debito che rischia di costargli la vita.

La pellicola diretta da John Dahl è nel complesso abbastanza piacevole e riserva dei momenti di grande tensione, sicuramente aiutata dalla dimensione cinematografica del gioco d’azzardo clandestino che ben si presta alle atmosfere dei thriller moderni.

Il cast, che include oltre a Damon e Norton anche John Malkovic, John Turturro e Martin Landau è di quelli che da soli valgono il prezzo del DVD, specialmente perchè la loro caratterizzazione intorno al tavolo verde appare decisamente ben riuscita.

Voto: 7.5 – A salire per tutti gli amanti del poker che hanno fatto di questo film un vero e proprio oggetto di culto.

Recensione Film : “Transformers”


Questo film (http://italy.imdb.com/title/tt0418279/) del 2007 diretto da Michael Bay (“Bad boys”, “The rock”, “Armageddon”) riprende le avventure tratte dagli omonimi cartoon. Ha lanciato tra l’altro le stelle della bellissima Megan Fox e Shia Labeouf (“Indiana Jones 4”) nel firmamento di Hollywood.
Non sono un fan del cartone (mai visto, lo ammetto) per cui non posso dire se le gesta del film ne ricalcano fedelmente lo spirito, la storia ed i personaggi.
Sam (LeBeouf) è un ragazzino cotto di Michaela (Fox) ma è un nerd sbeffeggiato  il cui unico punto di forza è l’aver avuto un nonno esploratore al Circolo Polare Artico. Quando il nostro decide, aiutato dal padre, di comprarsi un auto, l’auto trova lui. Una scassata Camaro che però sembra essere autonoma (un po’ alla Kitt di Supercar). Nel frattempo nel deserto (iracheno, I suppose) un campo militare statunitense viene attaccato da una specie di enorme robot, il quale si appropria di molti segreti militari. Alcuni superstiti filmano col cellulare e inviano al Pentagono l’evento. Successivamente vengono inseguiti da una sorta di scorpione-robot. Durante il seguito scopriamo che una civiltà di robot-organici è giunta sulla terra alla ricerca di un fantomatico Cubo e ora si combattono in due fazioni : “bene vs. male”.
L’auto di Sam in realtà è un trasformer a nome Optimus Prime che sta cercando gli occhiali del nonno di Sam nei quale è inscritto qualcosa di molto importante per la lotta in corso e la salvezza dell’umanità.

Il film è ben fatto, le trasformazioni da auto/camion/carri armati e aerei in robot è spettacolare (come quella usata nello spot Citroen(?) ), il plot è divertente e fracassone e sicuramente scorrevole. Non un capolavoro di profondità ma comunque un film “pop-corn” adatto a tutti, divertente e poco impegnativo. Fx superlativi.

Nel 2009 è previsto il seguel (“La vendetta de caduti”).

Voto: 6.5 (Forse se fosse stato Goldrake… 🙂 )

Ciao, J