Nina Sachie Matsumoto (Spacecoyote) e i Simpson


l nome non vi dirà nulla, ma questa artista canadese ha pubblicato presso il suo spazio web http://spacecoyote.deviantart.com/ una notevole gallery di immagini in stile manga “parodiando” i Simpson (e Futurama). [e non solo]
Sta di fatto che Matt Groening (il creatore dei Simpson) dopo aver visto il celeberrimo Simpsonzu (un’immagine che ne ricrea un’altra nota dei gialli, qui sotto) ha deciso di assumerla per proporle la creazione di una mini-seroie simpson proprio nel suo stile!
Il link del sito ve l’ho dato lì sopra, date un po’ un’occhiata alla gallery che ne vale davvero la pena! Poi che la parodia piaccia o meno è un altro discorso, lei è davvero brava!

simpsontv.jpg

simpsonzu.jpg

Annunci

Recensione film : “I Simpson”


simpsonsmovie.jpg
Uscito nelle sale italiane il 14 Settembre scorso, il (primo) film dei gialli di Springfield spopola soprattutto sul web creando il mito del maialino-ragno (come da post con video Youtube annesso qui: https://auroraboreale.wordpress.com/2007/10/20/simpsons-spiderpig-spiderpok-video-da-youtube/).

La trama: Springfield è sull’orlo del disastro ecologico. Homer è la goccia che fa traboccare il vaso e la conseguenza è che la Nazione sigilla la cittadina sotto una cupola a prova di fuga. Ad Homer spetta il compito di riportare la vita sua e dei suoi concittadini alla “normalità”. 

 Mi piacerebbe scrivere che il film è “Mi-ti-co” ma, pur essendomi piaciuto – il livello è certamente superiore alle ultime stagioni del cartone in tv – non raggiunge mai l’apice dei migliori episodi visti (tanti) anni fa.

La storia in particolare è quella che, a mio avviso, è il punto debole della pellicola.
I personaggi ci sono tutti e svolgono il loro ruolo al meglio, l’ambientazione a dispetto del trailer che ostentava il 2D contro il mercato dei cartoni digitali 3D è invece tutta fatta a computer ed è, purtroppo, l’aspetto più affascinante del film se spesso mi soffermavo a guardare “lo sfondo”.

Anche il porcellino è un escamotage divertente ma fine a sè stesso, sparisce nell’oblio in fretta senza farci sapere il fato a cui è destinato (prosciutto, I guess).

In sostanza ritorna il “problema” del serial tv visto negli ultimi anni: tanti sketches (alcuni anche notevoli stavolta) ma il filo conduttore davvero esiguo.

Personalmente rimpiango la struttura narrativa che intrecciava uno o più fattori scatenanti nella vicenda, si elaborava costruendo situazioni divertenti e paradossali con battute fulminanti e nel momento in cui ti eri dimenticato da dove fosse partito il tutto… ti riportava con un bel “colpo di scena intelligente” a ricollegare tutto l’episodio all’incipit e a volte pure con una morale non politically correct.

Nel film non mi spiego molte cose (okay è un cartoon è non è reale ma almeno un pochino di verosimiglianza dovrebbe aleggiare) ed il senso che mi rimane è quello di “situazioni forzate per”.
Per chi l’ha visto intendo: che senso hanno la “visione” del nonno, il maialino, la cupola, Bart ed il rapporto/crisi con Homer?
Boh!
Un’occasione in parte sprecata (e lo dico con tutto l’amore possibile che ho nei confronti dei Simpson!)
Ciò detto è un film comunque divertente (ma la risata è di superficie).

Nota a margine: Mi spiegate perchè al cinema ormai trovo sempre più ragazzini che non stanno mai zitti, commentano ad alta voce ripetendo tutte le battute del film come se fossero a casa loro (non sono mica sordo o stordito, non ho bisogno di un tutor che mi spieghi nulla), fanno casino, scrivono sms e danno pedate negli schienali? Sto invecchiando, questo è un segno… 🙂

Voto: 6.5 “Un film non è una risposta” 😉
Ciao, J

PS: Rimanete a vedere i titoli di coda se volete conoscere la “prima parola di Maggie” 🙂

Aspettando il film dei Simpson…


Domenica (per errore e casualità) mi sono visto 3 puntate “vecchie” dei Simpson e stasera invece le 5 inedite (una della sedicesima stagione mai trasmessa, per la verità) andate in onda come “Simpson Premiere” su Italia 1… 

Purtroppo, non posso non notare un calo “fisiologico” nelle storie dei cari vecchi amici di Springfield già evidenziato da almeno 3/4 stagioni.
Domenica mi sono sbellicato più volte (pur essendo delle repliche) davanti a “Il pony di Lisa” e “L’Odissea di Homer” ed una terza puntata di cui non ricordo il nome… Gags esilaranti, battute fulminanti e storie con almeno 2 trame che s’intrecciano con un incipit, citazioni, un bello sviluppo ed una fine degna di chiamarsi tale.

Quelle di stasera invece hanno il fiato corto (si sorride qualche volta) ma l’effetto è quello di qualsiasi spettacolo che è andato troppo avanti nel tempo per rimanere su livelli d’eccellenza. (Per non parlare dei personaggi che sono divenuti la caricatura di sè stessi, ultimamente).
Potreste contestarmi il fatto che le prime puntate dei Simpson risalgono ormai al 1989-90 e con loro siamo invecchiati anche noi e di conseguenza cambia il gusto e le aspettative…ma, in realtà, se rivedo una delle puntate dell’epoca rido tutt’ora (e non per nostalgia del tempo passato), mentre in quelle nuove manca qualcosa.

Mi auguro che il film sia sui livelli della 4a stagione (spero di ricordare bene) dei Simpson (a mio avviso la migliore di sempre)… nel frattempo mi mangio qualche ciambella e spero di tornare qui a definire il film “mi-ti-co” ! 🙂

De he hi ho
Ciao, J

Avatar Simpson : Crea un giallo a tua immagine


Aspettando con ansia il film dei Simpson previsto per il prossimo 14 Settembre, una piccola chicca per fans o meno delle creature di Matt Groening: sul sito apposito http://www.simpsonsmovie.com/main.html?cid=it
è stato messo a disposizione un simpatico passatempo che permette di creare un Simpson a propria immagine e somiglianza!
Attraverso una simpatica applet flash possiamo darci una corporatura, il colore, i lineamenti e il vestiario di un ipotetico personaggio di Springfield. Tra l’altro registrandosi oltre a poterlo scaricare per Messenger, si può usare con Myspace e vederlo interagire sul sito dei Simpson con Homer & Co. !

Sicuramente inutile ma per chi ama le ciambelle, la birra Duff e ciucciare il calzino è d’obbligo farci un giro! De he hi ho

Mi-ti-co

Ciao,
“Homer”
J
“Simpson”