Recensione Film: The iron lady


Film del 2011 di Phyllida Lloyd con Meryl Streep, Jim Broadbent
Genere: Biografico

Trama: La vita dell ex-primo ministro inglese Margareth Thatcher raccontato attraverso i ricordi in prima persona, dall’ingresso nella vita politica fino al ritiro alla vita privata con i problemi di demenza senile.

Commento: Uno specchio sulla Gran Bretagna dal punto di vista della conservatrice e autoritaria Margareth Thatcher. Salda nei propri principi fino a giungere a decisioni a volte drastiche e drammatiche. Ci mostra alcuni aspetti legati alla Storia dal lato privato della primo ministro inglese e aneddoti della sua vita sociale e non. Meryl Streep è al solito eccezionale e il trucco che la invecchia portandola fino oltre gli 80 anni è altrettanto spettacolare (Sicuramente molto meglio di quello realizzato per i comprimari di DiCaprio in “J. Edgar”). Questi i lati positivi. Personalmente (forse a causa anche di una visione ravvicinata nelle prime file del cinema che mette a dura prova i muscoli del collo…) l’ho trovato un po’ noioso e poco avvincente. Certo si scoprono dettagli (attentati, la vita privata) interessanti ma, per me, non sufficienti a farmi coinvolgere più di tanto.
Un film ben realizzato e ben recitato ma con poco feeling, per quello che mi riguarda.

Voto: 7 Of course