Un bug per Vista – DA NON PROVARE


Chi era abituato ad aprire in Windows la finestra “Risorse del computer” con la combinazione di tasti  “Windows (il tasto con il logo di Windows) + E” può continuare a farlo anche in Vista, ma A PROPRIO RISCHIO.
I beta testers (cioè quegli utenti del settore a cui Microsoft rilascia versione dei sistemi operativi e delle applicazioni in test prima del rilascio delle versioni Rtm, cioè quelle finali per l’utente) non hanno rilevato il problema che si riscontra SOLO se si mantiene premuta la combinazione invece di rilasciare i tasti.
(NON PROVATELO su Vista, vi prego, non mi assumo responsabilità) 
(In tutta onestà non vedo comunque come avrebbero potuto scoprirlo..visto che l’errore nasce dall’uso non propriamente coerente con lo scopo del comando… ma è lo stesso un difetto non da poco.)

In pratica (e succede in parte anche in Xp) mantenendo premuti, per errore/masochismo(!) o distrazione “Windows + E”, il sistema operativo interpreta il comando come una richiesta di continua apertura della finestra. In sostanza si aprono finestre a cascata. E fin qui nulla di male (col tasto Esc in Xp si blocca il processo e poi si chiudono le finestre in eccesso senza particolari problemi)…
In Vista invece su alcuni sistemi (l’errore non è replicabile al 100%) anche la pressione del tasto Esc non porta a nulla, c’è un’inifinita sequenza di apertura delle finestre che inesorabilmente manda in crash il sistema ed il conseguente obbligo di reset e riavvio.

Ripeto: NON PROVATELO se non volete rischiare il blocco del vostro sistema!

Aspettiamo una soluzione (magari già compresa nel SP1 di Vista)…

Ciao, J

Annunci

Internet Explorer 7 [Seconda Parte] – Ahi ahi ahi


Scrivo mentre sto formattando il disco fisso del notebook. Questo “grazie” ad un bel casino dovuto a Internet Explorer 7. Sul pc su cui sto scrivendo ho installato – attraverso l’update automatico di Windows – Ie7 senza problemi e per ora lo sto usando senza aver nulla da ridire, per cui non parlerò delle caratteristiche di navigazione del browser.

Sul notebook ho eseguito lo stesso procedimento che ho seguito per il fisso, ma al riavvio in Ie7 non riuscivo assolutamente a navigare (mentre lo potevo fare tranquillamente da Firefox). Letti vari messaggi nei forum, nei gruppi di discussione e su Google ho tentato i vari passaggi consigliati (disabilitare plugin, reimpostazione del browser, disinstallazione e reinstallazione prelevandolo da altro sito Microsoft, ecc…).

Niente da fare, col notebook Ie7 non ne vuole sapere di navigare. Il brutto è che poi eseguendo un’operazione nelle opzioni di Ie7 (“Ripristina le impostazioni avanzate”) han smesso di navigare anche Swift, Firefox e Opera!

Dopo aver tentato con insuccesso la disinstallazione del 7 che dovrebbe ripristinare Ie6 (un errore per file mancante(?)) ho avuto la malaugurata idea di ripristinare Xp ad un punto di ripristino precedente alla prima installazione di Ie7 (cioè a data precedente).

Questo mi ha portato a: Ie6 non si apre nemmeno e da’ un errore. Firefox e co. non navigano più (pur vedendo rete, pingando e vedendo traffico di pacchetti tcp/ip in/out ecc.)

Ora dopo rapida valutazione (perderci altro tempo non conviene) ho deciso di formattare il notebook (per fortuna faccio sempre backup dei dati su dischi esterni o memorie flash/usb) .

Quello che mi lascia alquanto perplesso è che questo aggiornamento arriva/arriverà in automatico a tutti gli utenti di Xp via Windows Update. Spero di essere uno dei pochi ad aver avuto tutti questi guai. Per ora a me è andata bene (o male) al 50% e non mi sembra un’ottima percentuale.

Voto: 3 per un’installazione che non dovrebbe fare quello che fa (soprattutto ad altri browsers!)

Ciao, J 

Aggiornamenti su Vista ed Internet Explorer 7


[Internet Explorer 7]

Microsoft ha rilasciato la nuova versione del browser più usato al mondo via Windows Update. Pare che finalmente alcuni standard sconosciuti alle versioni precedenti siano stati resi disponibili (gli sviluppatori web parzialmente son felici) ma ancora non sia standard al 100%.

Il primo aspetto che si nota dopo averlo installato è quello del motore grafico che è cambiato ed infatti anche il tipo di rendering dei caratteri appare decisamente differente (il motore eredita quello di Safari e si nota). Lo stile preannuncia quello di Vista (anche la “clessidra” nel caricamento delle pagine è infatti quell’anello azzurro che vediamo nel nuovo s.o di MS). E’ visibile in basso anche uno strumento Zoom che ci permette di ingrandire la visualizzazione pagine.

Cambiate anche le barre degli strumenti e quello che vado ad elencare sono alcune delle nuove caratteristiche di Internet Explorer.

1) Navigazione a schede (tabs) : come per Firefox si è adottato questo sistema che è molto comodo potendo ora aprire più siti in schede diverse e poterli scorrere tramite le linguette superiori alla pagina (le tabs appunto).

2) Riconoscimento e salvataggio dei feed rss (nei preferiti): In questo modo ora se un sito – tipo questo – ha dei feed di accorpamento, IE7 li riconosce e ci da’ modo di vederli al posto della visualizzazione classica da browser

3) Aumentata la sicurezza in navigazione, è possibile attivare blocco dei popup e filtro anti-phising

4) Il lucchetto sulle pagine sicure (https) c’è ancora ma è posizionato stavolta in alto tra l’indirizzo del sito e il pulsante di Refresh (le frecce verdi, per intenderci).

Per ora non aggiungo altro anche perchè l’ho installato solo mezz’ora fa! 🙂

[Windows Vista RC1]

Dopo varie peripezie (non riesco a farlo installare su un disco da 160Gb che invece Xp utilizza senza problemi – ho rinunciato) ho continuato i miei test su un disco da 80Gb.

Ora ho collegato il pc con un router per cui il problema che avevo avuto col modem non si è avuto e tutto sommato gli unici drivers (software che gestiscono l’hardware nel pc) che non ho o sono a tempo(!) sono quelli dello scanner (ma Hp dice che arrivano entro la fine del mese) e quello della scheda audio (la mia Creative Audigy ha il driver che dura una sola settimana. Non ho capito questa politica della Creative Labs dei drivers a tempo ma tant’è…)

In pratica dopo aver reinstallato Vista e averlo aggiornato (la connessione ad internet via rete viene “vista” senza problemi via router) ho iniziato a “giocarci” un po’.

La tanto famosa Aero è una funzione attivabile solo su alcune versioni di Vista e solo se la parte grafica del pc lo consente. In pratica con schede 3d con almeno 128Mb di Ram dedicata si riescono ad avere finestre semi-trasparenti e con la combinazione di tasti Windows Logo + Tab la stessa funzione dell’Alt + Tab ma con finestre visualizzate in tridimensionale. Ora: Molto scenografico ma a mio avviso inutile. Utile invece l’anteprima sulla barra degli strumenti di ogni finestra passandoci sopra con il mouse (OS X insegna). Come insegna col suo Spotlight (qui rinominato Search) o con  le Widgets (qui chiamate…Gadgets!) (alla Microsoft scopiazzano ma senza molta fantasia nei nomi )  🙂

Qualche considerazione (incompleta): Durante l’installazione sapevo che Norton Antivirus 2005 e Nero non avrebbero più funzionato ed infatti così è. Per l’Antivirus comunque Avast (che è free per uso domestico) funziona senza problemi. Windows Defender è l’antispyware installato di base con Vista.

Al posto di Outlook Express c’è Windows Mail (che subito “perde” una cosa per me importante e cioè la possibilità di visualizzare nel layout la finestra “contatti” sotto le cartelle della posta. Non so perchè MS abbia deciso che ora la Rubrica si debba aprire soltanto in una finestra a sè). Per il resto non l’ho ancora testato ma…

..ma ho testato Windows Live Mail Desktop su Xp (il successore di OE?)

Questo programma importa tutto quello che c’è da OE (contatti, messaggi, accounts e news). Si può scaricare da MS ma solo se si ha un indirizzo Hotmail o Msn. Ha lo stesso difetto di Windows Mail (la cartella Contatti è sparita), più un pannello pubblicitario sulla destra non eliminabile ma che sparirà nelle versioni a pagamento (mah…), l’intestazione dei messaggi (disabilitabile) è enorme (why?) e se si hanno più account non crea un’unica cartella “Posta in arrivo” ma esattamente quante sono gli account (why 2?)… Installato e rimosso in 5 minuti. Microsoft ma che combini?

In pratica in questi giorni ho il dente avvelenato con Microsoft: Vista non vede un disco da 160Gb (Ata, normalissimo) quando Xp lo fa senza problemi, Ie7 installato sul portatile non naviga, ho dovuto usare il ripristino a data precedente e usare di nuovo IE6 (ma potrebbe essere un problema mio, forse), Windows Mail e Windows Live Mail Desktop sono il frutto di bravi grafici ma pessimi programmatori e soprattutto scarsi utilizzatori, direi. Va bene la novità e la grafica accattivante (soggettiva) ma l’utilizzo è peggiorato un sacco. Spero di contraddirmi in futuro.

Oltretutto di Vista faranno uscire non so più quante versioni e tutt’altro che economiche (altro che labirinto nello scegliere…)

Chiudo dicendo solo una cosa: il mercato imporrà Vista ma personalmente non so quanto sia davvero necessario rispetto ad Xp. Un buon Xp protetto e aggiornato non ha problemi di sicurezza per cui…

Voto:

IE7  :6+ (Voto basso perchè dopo tutti questi anni di patches su IE6 mi aspettavo di meglio in fatto di standard o novità, invece ha solo preso di qua e di là)

Vista: 4 (Non oso pensare a chi tenterà di fare l’upgrade da Xp invece che un’installazione ex-novo…auguri!)

Comunque per dovere di cronaca e correttezza ecco le features “nascoste” di Vista spiegate da Wikipedia:  Vista su Wikipedia

Ciao, J

La mia seconda [corretta] impressione su Microsoft Vista


wv.jpg
Sarò breve, promesso.
Per correttezza chiarisco da subito che il problema di lentezza nel caricamento dell’installazione di Vista (vedi post precedente) era colpa del mio lettore dvd esterno. Sostituito il lettore, ho riformattato da Xp il disco su cui volevo installare WVRC1 e l’ho reso attivo (come partizione). A questo punto rifatto il boot da dvd tutta l’intera installazione del sistema operativo è durata 43 minuti! (Contro un’ora e 40 di quella precedente ed incompleta).

Una pecca c’è stata ancora ed è quella che avendo lasciato un secondo disso fisso collegato durante l’installazione, Vista l’ha usurpato e me l’ha sovrascritto (non me ne capacito).

Comunque dopo l’installazione il Welcome è ben strutturato con le nuove caratteristiche e il Device Manager per verificare quali problemi hardware ci possono essere (purtroppo il modem Adsl anche se riconosciuto non riesce ad installarsi per colpa dei drivers nativi di Xp incompatibili…)

Viene anche fornito un rating al sistema che va da 0 a 5 (suddiviso in categorie come 3d, grafica, processore e cpu….). Più è alto e maggiori possibilità ci sono di poter utilizzare la versione superiore di Vista (Che si chiamerà Ultimate, pare) e alcune funzioni grafiche tipo la Aero. Il mio pc raggiunge 1,8 (il picco è 3 sulla scheda grafica). (P4 1,8GhZ 1Gb Ram Svga Geforce Agp 128MB FX5600).

Per ora posso dire che assomiglia davvero molto ai sistemi Mac OS X, mi sembra molto buono l’aspetto grafico e per il resto vi saprò dire se riesco ad aggiornare i drivers vari. Mi stupisce il non riconoscimento dei driver della Sound Blaster…

Ms Windows Vista : 7* (per la grafica, soprattutto)
Installazione : 8 (mancano i tempi ma è piuttosto rapida ed indolore)

Ciao, J

La mia prima [pessima*] impressione di Windows Vista


comp-hammer.jpg

Premessa: Questo post non vuol essere un attacco frontale a Microsoft ma soltanto un’esposizione del mio primo approccio a Windows Vista.
Mi scuso in anticipo per la lunghezza e per l’argomento tecnico…

Ecco i fatti.

Dopo essermi loggato sul sito di Microsoft ho scaricato la WVRC1  – English Release Candidate 1 di Ms Windows Vista (la versione beta di test del nuovo sistema operativo targato Microsoft che uscirà l’anno prossimo in versione definitiva). Sono circa 3Gb che l’adsl mi ha scaricato in poco più di due ore. Il formato del file è un .iso da masterizzare, successivamente al download, su supporto dvd.

Eseguita la masterizzazione il dvd parte dando due possibilità:
1) La verifica online del sistema su cui vogliamo installare WVRC1
2) L’installazione

Seguo il passo 1 che scarica in locale il WV Upgrade Advisor, un software che testa hardware e software creando infine un log (file di testo) per verificare eventuali incompatibilità e l’effettiva possibilità di installare Vista sul computer.
Dopo circa 10 minuti di scansione il risultato è positivo: posso installarlo sul mio P4 1.8GhZ con 1Gb di Ram.

Ci sono dei warning su cio’ che potrebbe non funzionare e su cio’ che sicuramente è incompatibile: Norton Antivirus 2005, il mio firewall software, Nero, la scheda audio.
Poichè comunque non voglio installare Vista sul disco in cui ho il sistema attuale (XP) ma su un disco nuovo per testare senza perdere nulla decido di provare l’installazione.
Spengo, scollego il mio hard disk, ne collego uno vuoto (80Gb), faccio partire il dvd di WVRC1 .

L’installazione parte con una schermata in modalità testo con barra di avanzamento e messaggio relativo: “Windows is loading files…”.
Questa fase dura circa 30 minuti. (Non c’è stima del tempo previsto).
A questo punto si presenta un desktop verde-azzurro che ricorda da vicino Mac OS X 🙂

Collecting Information

Qui ci sono le opzioni di installazione : Lingua (English, non modificabile), Ora e Valuta (Italian, ITALY) e Tastiera (Italian).
Il mouse (Usb) pare non funzionare e così mi arrangio con la tastiera. Proseguo con “Install now”. Appare un “Please wait…” e successivamente la schermata dove inserire il Product Key allegato a Vista. Inserisco a manina ed accetto la licenza, poi continuo.
Ora ho due scelte : Upgrade (ovviamente non disponibile partendo da un disco vuoto) e Custom (Advanced) che sono obbligato a scegliere.

A questo punto appare la schermata su cui scegliere in quale disco installare Vista. Mi dice, ovviamente che quello da 80Gb (l’unico presente) e che lo deve formattare NTFS. A questo punto termina la  fase “Collecting Information”.

Completing InstallationC’è un avviso che comunica “molti riavvii” del sistema per completare l’installazione ma, non so perchè, a me non ha mai riavviato una volta (se non al termine quando richiesto espressamente).

In questa schermata le voci seguenti si concludono con questi tempi:

Copying Windows files (1 secondo)
Expanding files (50 minuti)
Installing features (1 secondo)
Installing updates (1 minuto)*

(*) Non sono sicuro dell’effettivo aggiornamento anche se il flag (segno di spunta) verde è apparso.

A questo punto il sistema deve essere fatto ripartire ed in automatico esce il count-down di 10 secondi che mi comunica il Restart.
La fase “Completing Installation” dovrebbe essersi esaurita qui.
Il pc giustamente si riavvia e al primo boot ecco questo simpatico messaggio:

“BOOTMGR is missing. Press Ctrl-Alt-Del to restart”Da qui in poi sintetizzo perchè dovrei scrivere per mezz’ora… ma vi dico subito che è un delirio!

Ho fatto ripartire, ho rifatto tutta l’installazione da zero (un’altra ora e 40 di vita persa), ho chiesto sui newsgroups italiani ed inglesi di Vista… niente. Non se ne esce.

Tra l’altro esiste una funzione di Repair che è accessibile SOLO dopo aver rieseguito da dvd i tediosi 30 minuti di “Windows is loading files…” in cui il sistema verifica l’installazione e nell’eventualità di problemi cerca di risolvere da solo (a me dice che è tutto OK alla faccia del fatto che Vista non parta comunque).
C’è anche la possibilità del Prompt e di inserire comandi ma dopo estenuanti ricerche e numerosi tentativi diversi (mezz’ora ogni volta di attesa) non cambia nulla.

Conclusione:

Ipotizzando pure che il problema nasca dal mio sistema (non è escluso) quello che mi sembra assurdo ed inconcepibile da parte di un NUOVO sistema operativo (okay e’ una Beta Release) è l’impossibilità di rendere disponibile qualsiasi strumento di verifica, repair o command prompt subito dopo il boot invece di doversi subire dopo ogni tentativo (andato a vuoto) 30 minuti di attesa per poter provare qualcosa di diverso per risolvere.

In sostanza questa mia prima impressione è:

a) Incompleta. Io Vista non l’ho proprio visto! 🙂
b) Negativa. L’installazione è lunga e non da’ modo di sapere in quanto tempo (stimato) si completerà. Per la serie “Sorpresa!”.
c) Pessima*: Una funzione di Repair dovrebbe stare a monte di un avvio e non alla fine di una fase che dura mezz’ora! (Soprattutto perchè diventa impraticabile fare test se ogni volta l’attesa è uno stillicidio di 30 minuti!)

Voto su MS Windows Vista RC1 : N.C.
Voto Installazione: 2 

Ciao, J
PS: Mi scuso per il post semi-tecnico, mi serviva soprattutto per sfogarmi! 🙂